Mura romane - complesso

Milano (MI)

Indirizzo: Via San Vito, 26, 28 (Nel centro abitato, integrato con altri edifici) - Milano (MI)

Tipologia generale: architettura fortificata

Tipologia specifica: mura difensive

Configurazione strutturale: Complesso del circuito della cinta fortificata dai romani a più riprese, da quella più antica, a quella augustea, a quella massimianea con l'addizione del circo, ancora visibile nell'area intorno a Corso Magenta. Di quest'ultima oltre alla cortina fortificata all'interno del Museo archeologico si può osservare, in buono stato di conservazione, il tratto di circa 32 m di paramento conservato in un seminterrato dell'edificio ricavato in origine ad uso discoteca al n.26 di Via S. Vito. Non solo fa parte del più lungo tratto conservato, ma è anche il più alto con i suoi 2,70 m di altezza con struttura di filari di pietra, seguita da quella in mattoni e con uno spessore medio di 1,60 m. Le mura si innalzavano su un dislivello del terreno che degradava repentinamente verso la campagna, invasa dal pantano fra Seveso e Vetra.

Epoca di costruzione: sec. I - sec. IV

Comprende

Uso attuale: scantinato: non utilizzato

Uso storico: intero bene: mura difensive

Condizione giuridica: proprietà mista pubblica/privata

Accessibilità: Sono ancora visibili alcuni tratti soprattutto nel quadrante sud della città, ad es. su Viale Caldara e in corrispondenza di alcune porte urbiche come quella Romana dove nei pressi se ne può ancora osservare un intero tratto ancora intatto.

Riferimenti bibliografici

Conti F./ Hybsch V./ Vincenti A., I castelli della Lombardia. Province di Milano e Pavia, Novara 1990, v. I pp. 77-78

Credits

Compilatore: Mascione, Maria (1999)

Ultima modifica scheda: 07/09/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)