Casa Cattaneo Alchieri

Como (CO)

Indirizzo: Via Mentana, 25(P),27,29 (Nel centro abitato, distinguibile dal contesto) - Como (CO)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: edificio in linea

Configurazione strutturale: Edificio di forma rettangolare, su griglia di pilastri in calcestruzzo armato e muratura di tamponamento in laterizio; solai in latero-cemento; copertura in parte piana a terrazza, in parte a tetto a falda unica.

Epoca di costruzione: 1934 - 1950

Autori: Lingeri Pietro, progetto

Descrizione

Il progetto è realizzato su un lotto rettangolare attestato alla via Mentana, in una zona di Como edificata a carattere misto, tra il sedime ferroviario delle Ferrovie Nord e l'alveo, qui coperto, del torrente Cosia.
L'edificio è generalmente noto anche come "casa a ville sovrapposte"; tale appellativo è ispirato dalla volontà di connotare gli alloggi di una propria autonoma configurazione all'interno di un singolo blocco edilizio.
La nuova costruzione comasca riflette nella modernità della tendenza razionalista italiana la piena soddisfazione dei bisogni degli abitanti.
A questo concorre la ricerca di geometria delle linee nel perfetto parallelepipedo, nettamente definito dall'asse di simmetria sul quale è organizzato il prospetto principale, arretrato dalla strada e sfondato ai lati da ampie balconate.
Il rapporto con lo spazio pubblico - e con la città - diventa occasione per sottolineare il ruolo della facciata. L'orientamento a sud ovest è controllato attraverso la protezione degli ambienti dagli eccessi dovuti all'esposizione solare. Da ciò è derivata la necessità di articolare la facciata su via Mentana mediante una serie di piani sbalzati. Alla marcata definizione dei piani orizzontali contribuisce anche la contrapposizione delle esili colonne metalliche che strutturano gli aggetti, in un continuo alternarsi di spazi vuoti e di campiture piene.
La scomposizione del volume diviene ancora più evidente a fronte del notevole arretramento delle porzioni di alloggio ai margini dell'edificio.
Nella facciata posteriore, meno caratterizzata da soluzioni formali, si aprono le finestre degli ambienti di servizio e la lama verticale in vetrocemento per l'illuminazione del corpo scala centrato sull'asse di simmetria. A questo corrisponde, al piano terreno, un atrio d'ingresso di contenuta altezza; alla finitura in lastre di marmo a parete e pavimento si abbina l'inedito trattamento del soffitto, rivestito in pannelli di vetro nero, soluzione adottata dal progettista per estendere lo spazio con illusione ottica.
L'edificio su cinque livelli (ma vi si deve aggiungere la sopraelevazione degli anni Cinquanta) è organizzato con due appartamenti per piano, tre locali e servizi, con gli spazi di soggiorno e pranzo direttamente affacciati alle balconate.

Notizie storiche

Un intenso dibattito sul tema dell'abitazione si svolge negli anni Trenta, sollecitato da istanze politico sociali e da continue ricerche tipologiche. La vicenda di quegli anni è una storia di coraggiose prove individuali, sperimentate in una situazione difficile ed accompagnate da una generale indifferenza. Emerge una ristretta e combattiva minoranza che farà delle aspirazioni civili e sociali il proprio credo.
Como è il terreno di elezione di un gruppo di irriducibili creativi che esercita una irresistibile influenza sul panorama architettonico italiano. Fra questi, Lingeri cui le famiglie Cattaneo e Alchieri, in rapporto di parentela con l'architetto, commissionano il progetto dell'edificio per appartamenti di via Mentana.
I condizionamenti derivati dal regolamento edilizio, ed il limite fisico rappresentato dal lotto edificabile, non impediscono a Lingeri di elaborare un progetto assolutamente coerente con le più valide istanze dell'architettura moderna. Non di meno, la sua ricerca indirizzata alla comprensione del rapporto tra edificio e città conduce al più convincente dei risultati.
L'edificio è concluso da una copertura piana, pensata come ulteriore concessione allo spazio vivibile delle unità abitative sottostanti.
Negli anni Cinquanta un piano mansardato andrà ad aggiungersi a livello della copertura. L'intervento, condotto dallo stesso Lingeri, altera non poco l'originaria configurazione, annullando le murature a pergola in elevazione centrale sul piano di calpestio.

Uso attuale: intero bene: abitazione

Uso storico: intero bene: abitazione

Condizione giuridica: proprietà privata

Riferimenti bibliografici

Case oggi, Case d'oggi, Casa Cattaneo a Como, 1936, pp. 17-18

De Finetti G., L'Ambrosiano, L'architetto e il cliente, 1938

Moretti B., Case d'abitazione in Italia, Milano 1939, pp. 86-88

Pica A., Architettura moderna in Italia, Milano 1941

Cavadini L., Il Razionalismo Lariano. Como, 1926-1944, Milano 1989, pp. 68-69

Lingeri E./ Spinelli L., Pietro Lingeri 1894-1968. La figura e l'opera (Atti della giornata di studio), 1995

Spinelli L., AL Mensile di informazione degli Architetti Lombardi, Pietro Lingeri sul lago di Como, Milano 2001, p. 48

Baglione C./ Susani E., Pietro Lingeri 1894 1968, Milano 2004, pp. 218-219

Cavadini L., Architettura razionalista nel territorio comasco, Como 2004, pp. 80-83

Fonti e Documenti

Archivio Pietro Lingeri, Progetti, Casa "a ville sovrapposte" Cattaneo - Alchieri, Disegni. Cassettiera; tubo: 47 (?)

Archivio Pietro Lingeri, Progetti, Casa "a ville sovrapposte" Cattaneo Alchieri, Riproduzioni. Scatola: casa Alchieri Como 1934

Percorsi tematici:

Collegamenti

Credits

Compilatore: Catalano, Michela (2004); Garnerone, Daniele (2004)

Compilazione testi: Garnerone, Daniele

Responsabile scientifico testi: Susani Elisabetta

Fotografie: Garnerone, Daniele; Leoni, Marco

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)