Asilo infantile Giuseppe Garbagnati (ex)

Cermenate (CO)

Indirizzo: Via G. Negrini, 7,9,11(P) (Nel centro abitato, distinguibile dal contesto) - Asnago, Cermenate (CO)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: scuola

Configurazione strutturale: Edificio riconducibile allo schema a L , su griglia di pilastri in calcestruzzo armato e muri di tamponamento in laterizio; solaio in latero cemento; copertura piana.

Epoca di costruzione: 1935 - 1937

Autori: Cattaneo Cesare, progetto; Origoni Carlo, progetto; Origoni Luigi, progetto

Descrizione

L'edificio occupa un lotto a forma di trapezio, ai margini del nucleo storico della frazione Asnago, nel comune di Cermenate.
Elaborate le prime soluzioni planimetriche, il progetto ha preso la forma di un edificio a T, costituito da corpi di fabbrica differenziati nei prospetti. Il fulcro attorno al quale è organizzato lo spazio dell'asilo è costituito dal nucleo centrale, coperto, destinato alle attività ricreative, direttamente comunicante con gli ambienti circostanti in cui sono distribuiti l'ambulatorio, il refettorio e le aule. In posizione decentrata sono invece l'alloggio delle suore, cui è demandato il compito di condurre l'asilo, e il nido per i più piccoli. Il ricreatorio centrale è dunque pensato come lo spazio principale, dove i bambini possano trascorrere serenamente i momenti probabilmente più graditi della giornata, svolgendo attività comuni. La percezione dilatata dello spazio, verso il giardino e verso il cortile, è assicurata da un'ampia vetrata, suddivisa in parti asimmetriche che, accanto alle esigenze funzionali, soddisfa i requisiti di una architettura moderna e razionale.
Tutti gli ambienti comunicano con l'esterno, ricevendo luce ed aria diretta su ogni lato; si affacciano sul cortile interno, sistemato con un manto di sabbia e attrezzato per il gioco, o sul giardino alberato che circonda l'edificio.
Talune soluzioni adottate fanno pensare ai canoni dell'architettura bioclimatica: la grande vetrata del ricreatorio sul fronte principale è interrotta da una lastra Termolux inserita sopra il portafiori in aggetto, e nella parete fra la sala di ricreazione e il refettorio sono incorporati una serie di radiatori a piastre sovrapposti. Il progettista alterna sulle facciate parti aperte a parti chiuse, ottimizzando gli effetti di luce e calore; usa il vetrocemento limitandone le partiture all'altezza degli occhi dei bambini, garantendo al contempo la sicurezza nel gioco e la possibilità di guardare lontano, verso il paesaggio circostante.
Inutilizzato ormai da alcuni anni, nel 1986 si procede al cambio di destinazione d'uso: gli spazi un tempo dell'asilo sono oggi occupati dalla farmacia comunale e dalla locale sede della Croce Rossa.
L'edificio versa oggi in cattive condizioni: un intervento di restauro è programmato fin dal 2003; i lavori iniziati il 26 giugno 2003 si sarebbero conclusi, secondo il piano operativo, sei mesi dopo. Due anni sono trascorsi da quel momento senza che sia stato raggiunto alcun concreto risultato.

Notizie storiche

Alla metà degli anni Trenta, il Municipio di Cermenate affidò a Cesare Cattaneo la progettazione di un asilo per cinquanta bambini, da costruire su un lotto libero ai margini del centro storico. L'asilo di Asnago, frazione del comune, è la prima opera di Cattaneo, realizzata, con la consulenza di Carlo e Luigi Origoni, subito dopo aver conseguito la laurea in architettura.
Il progetto, del 1935, fu messo in opera nel 1936 e portato a compimento nel '37, negli stessi anni in cui veniva realizzato l'asilo Sant'Elia di Giuseppe Terragni, a Como. Costruito a costo molto contenuto per l'epoca, 48 lire al mc., contro le 73,50 dell'asilo di Terragni, rispetto a quest'ultimo l'opera di Cattaneo appare indubitabilmente più semplice nell'impianto e caratterizzata da alcune scelte progettuali improntate ad una cura estrema dei dettagli: l'attenzione, ad esempio, alle esigenze visive dei bambini portò il progettista a dimensionare serramenti e parapetti - alti solo 70 cm - in rapporto ai piccoli utenti.
Cattaneo con questa sua prima opera, progettata a soli 23 anni e realizzata due anni dopo, mise in evidenza la volontà di far coincidere nella propria architettura valori espressivi, esigenze funzionali e ragioni costruttive, quella stessa sintesi che più tardi troverà massima espressione nella casa d'affitto di Cernobbio.
Pur a fronte di un edificio così piccolo e modesto in termini costruttivi, il progetto suscitò l'interesse dei critici più attenti ed aggiornati. "Casabella" gli dedicava infatti un articolo ancora prima della realizzazione, pubblicando i disegni e le fotografie del plastico, e sottolineando come l'asilo fosse un segno della serietà dei giovani nel seguire le strade del rinnovamento; Alberto Sartoris inseriva l'asilo nel libro "Luci sulla scuola moderna" (1937), come testimonianza tra le più interessanti di una volontà di ricerca che, in quegli stessi anni, aveva trovato possibilità di applicazione nel settore dell'edilizia scolastica.
Del resto, Cattaneo trasmise anche attraverso alcuni scritti lo spirito polemico contro il "moderno di maniera", preoccupato di esaltare solamente gli effetti plastici. Un metodo progettuale che rivela, nell'impegno finalizzato a raggiungere l'equilibrio tra esigenze funzionali e valori espressivi, quella che diverrà una costante delle opere dell'architetto.

Uso attuale: corpo principale: servizi pubblici (CRI); nucleo centrale: negozio

Uso storico: intero bene: asilo

Condizione giuridica: proprietà Ente pubblico territoriale

Riferimenti bibliografici

Fiocchetto R., Cesare Cattaneo 1912-43. La seconda generazione del razionalismo, Roma 1987, pp. 94-100

Cavadini L., Il Razionalismo Lariano. Como, 1926-1944, Milano 1989, pp. 64-65

Cattaneo D./ Selvafolta O., Cesare Cattaneo Architetto. Le prefigurazioni plastiche, Como 1989, pp. 20-22, 69-71

Cavadini L., Architettura razionalista nel territorio comasco, Como 2004, pp. 21-21

Fonti e Documenti

Archivio Cesare Cattaneo, Asilo Giuseppe Garbagnati, 1935-1937, Disegni

Archivio Cesare Cattaneo, Asilo Giuseppe Garbagnati, 1935-1937, Documenti

Archivio Cesare Cattaneo, Asilo Giuseppe Garbagnati, 1935-1937, Fotografie

Archivio Cesare Cattaneo, Asilo Giuseppe Garbagnati, 1935-1937, Maquette

Percorsi tematici:

Collegamenti

  • Descrizione archivistica: Asilo Infantile Giuseppe Garbagnati (1935 - 1937)
    Unità compresa in: Cattaneo Cesare (1912 - 2005), Professione, Progetti e opere realizzate. Conservatore: Associazione Archivio Cattaneo (Como, CO).

Credits

Compilatore: Garnerone, Daniele (2005); Leoni, Marco (2005)

Compilazione testi: Garnerone, Daniele

Responsabile scientifico testi: Susani Elisabetta

Fotografie: Garnerone, Daniele; Leoni, Marco

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)