Torre dei venti

Bergamo (BG)

Indirizzo: Colognola al Piano, Bergamo (BG)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: edificio a torre

Configurazione strutturale: Edificio a pianta esagonale; fondazioni in calcestruzzo; muratura mista; solai misti; copertura a cono

Epoca di costruzione: 1939 - 1940

Autori: Bergonzo, Alziro, progetto; Lodi, Leone, decorazione

Descrizione

Dal 1940 allo svincolo di Bergamo dell'autostrada Milano-Brescia - una delle prime autostrade italiane, completata nel 1927 - è posta la torre progettata dall'architetto Alziro Bergonzo, la terza torre cittadina realizzata sotto il regime dopo quella dedicata ai caduti in piazza Vittorio Veneto (1924) e quella del palazzo delle Poste (1932). Un prisma esagonale alto 35 metri cavo all'interno e rivestito di klinker all'esterno, con otto feritoie quadrate disposte sulla verticale di ogni lato. Originariamente presentava un basamento di grandi lastre di pietra bianca con epigrafe dettata dal bergamasco Giacomo Suardo, allora Presidente del Senato del Regno. Alla sommità della torre sono posti sei pannelli decorativi ad altorilievo, realizzati in cemento colorato su disegno dello scultore Leone Lodi che raffigurano soggetti riferiti alla città, al popolo e al fascismo.

Notizie storiche

Nel 1940, in previsione della visita di Benito Mussoli a Bergamo per l'inaugurazione della Casa Littoria, fu costruita in meno di tre mesi l'alta torre esagonale, cava al suo interno, destinata ad ospitare un presidio della Polizia Stradale.
La costruzione vide la partecipazione della ditta Piccinelli che fornì il klinker del rivestimento esterno e dell'impresa Previtali che realizzò in cemento colorato gli altorilievi di Leone Lodi. Quest'ultimo aveva già collaborato con Bergonzo fornendo i bassorilievi per la facciata della Casa Littoria (1938-1938), per la fontana di Porta Nuova detta "la zuccheriera" (1939), per il monumento ai caduti della Rivoluzione fascista (1936, demolito) in Bergamo, e per il portale della casa del fascio di Nembro (1938).

Uso attuale: intero bene: magazzino

Uso storico: intero bene: caserma; intero bene: magazzino

Condizione giuridica: proprietà Stato

Accessibilità: Accessibilità subordinata ad autorizzazione dello Stato

Riferimenti bibliografici

Oberti G., Incontri di architettura. Alziro Bergonzo, Sergio Crotti, Giuseppe Gambirasio, Bergamo 1991

Pellegrini A., L'immagine della città. Il Novecento architettonico a Bergamo, catalogo della mostra, Bergamo 1-30 marzo 2003, Bergamo 2003

Guglielmi E., Arte e architettura. Salvatore Saponaro e Leone Lodi scultori tra gli architetti del Novecento lombardo, catalogo della mostra, Bergamo 2 maggio-5 giugno 2005, Bergamo 2005

Marchionna C., Alziro Bergonzo un architetto bergamasco, tesi di laurea, Politecnico di Milano, facoltà di Architettura, rel. L. Roncai, 2000-2001

Pagnoncelli F., L'Eco di Bergamo, Alziro Bergonzo la Bergamo del Ventennio, 2001, 1 ottobre, p. 27

Fonti e Documenti

Alziro Bergonzo: un architetto bergamasco

Vincoli di interesse sovracomunale

Visualizzatore geografico NaDIR: visualizza mappa

Credits

Compilatore: Oscar, Paolo (2014); Resmini, Monica (2014)

Funzionario responsabile: Mencaroni Zoppetti, Maria

Compilazione testi: Resmini, Monica

Responsabile scientifico testi: Mencaroni Zoppetti, Maria

Fotografie: Oscar, Paolo

Ultima modifica scheda: 27/01/2017

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)