Torrione INA

Brescia (BS)

Indirizzo: Piazza della Vittoria 11 (Nel centro abitato, isolato) - Brescia (BS)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: edificio a torre

Configurazione strutturale: Il Torrione è una struttura in cemento armato che si eleva su un lotto di 1.500 metri quadrati per 57,25 m di altezza. E' composto da 13 piani fuori terra e due piani sotterranei, dove sono collocati i locali tecnici e le cantine. L'edificio presenta una base di forma rettangolare di 41,2 x 22,4 m, circondata per tre lati da un porticato, ed è rivestito con mattoni faccia a vista, ad eccezione del porticato e della parte basale del fabbricato, rivestiti con pietra cornabò e granito. All'altezza del sesto piano il volume si riduce in pianta lasciando spazio ad ampie terrazze, per proseguire dal settimo con l'elevazione della torre, avente un perimetro di 22,4 x 22,0 m, rivolta verso Piazza della Vittoria. All'interno dell'edificio è presente un cortile sopraelevato che funge da copertura del mezzanino. L'ultimo piano, con ampie vetrate, ospitava un ristorante panoramico

Epoca di costruzione: ante 1932

Autori: Piacentini, Marcello, progetto

Descrizione

Il Torrione INA è un grattacielo che sorge sull'angolo nord-ovest di Piazza della Vittoria, vasto spazio urbano di epoca fascista fortemente unitario e monumentale, ricavato nel cuore del centro storico di Brescia, tra le piazze del Duomo e della Loggia. Esteso su un lotto di 1500 mq, con i suoi 57,2 m di altezza è l'edificio più imponente della piazza, costruito in cemento armato e organizzato su 13 piani. È impostato su un'imponente base rettangolare, che si affaccia sulla piazza e su via Verdi, larga 22 m e profonda 41 m, cinta su tre lati da porticati che si legano agli edifici adiacenti. Sopra il porticato l'impianto si restringe progressivamente, ricavando ampie terrazze sul lato di via Verdi. Dal settimo piano si eleva l'imponente struttura a torre, con base quadrata di 22 m, che prosegue rettilinea fino all'undicesimo piano, dove subisce un ulteriore restringimento. Il profilo severo e razionale, peculiare dell'architettura del ventennio fascista, s'ispira ai primi grattacieli di Chicago ma dialoga profondamente con il contesto architettonico bresciano per l'impiego della pietra e del granito nel rivestimento del porticato e del laterizio nella torre, i materiali prevalenti dell'edilizia storica locale. Sul lato della piazza la torre è scandita da 12 arconi ripartiti su quattro livelli che inquadrano due piani. Tra le finestre sono posti 12 bassorilievi in terracotta che rappresentano le attività produttive bresciane. I lati secondari hanno finestre più ristrette e presentano una veste meno aulica.

Notizie storiche

Il Torrione è opera dell'architetto romano Marcello Piacentini, realizzato tra il 1931 ed il 1932. Primo grattacielo italiano, al momento della sua costruzione è stato celebrato come il grattacielo in cemento armato più alto d'Europa. Fa parte del piano di riforma urbano del frammentario e degradato quartiere delle Pescherie, affidato dal Comune di Brescia a Piacentini nel 1928, e terminato con la realizzazione della monumentale piazza della Vittoria. Il progetto prevedeva la costruzione ai lati della piazza di moderni palazzi ispirati alle forme e a motivi ornamentali dell'architettura bresciana. Come tema più rappresentativo dell'espressione moderna della piazza, Piacentini scelse di erigere una struttura a grattacielo, ispirandosi a un progetto da lui presentato a Chicago nel 1922 per il concorso della Chicago Tribune Tower. Ribattezzato Torrione per affermare il legame con la tradizione delle torri medievali, l'edificio fu progettato per ospitare la sede delle Assicurazioni INA. I bassorilievi posti in facciata furono realizzati dal ceramista Vittorio Saltelli. Sul fronte del porticato in origine vi era un ulteriore bassorilievo dello scultore Arturo Martini, raffigurante l'Annunciazione, andato disperso. I lavori durarono otto mesi al ritmo di un piano realizzato ogni due settimane. L'edificio venne inaugurato unitamente all'intera piazza con una solenne cerimonia l'1 novembre 1932, alla presenza del Duce. Il Torrione divenne il modello di riferimento per i primi grattacieli realizzati nelle altre città italiane.

Uso attuale: intero bene: uffici

Uso storico: attico: ristorante; intero bene: uffici

Condizione giuridica: proprietà privata

Credits

Compilatore: Morandini, Lucia (2009)

Funzionario responsabile: Medaglia, Sabrina

Compilazione testi: Nava, Valentina

Responsabile scientifico testi: Rovetta, Alessandro

Fotografie: Marino, Nadia; Morandini, Lucia

Ultima modifica scheda: 15/09/2017

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)