Chiesa di S. Gottardo - complesso

Dongo (CO)

Indirizzo: Via ai Monti (Fuori dal centro abitato, isolato) - Dongo (CO)

Tipologia generale: architettura religiosa e rituale

Tipologia specifica: chiesa

Configurazione strutturale: Il complesso architettonico sorge isolato su un colle in posizione panoramica, all'imbocco della valle dell'Albano. E' composto dalla chiesa con sacrestia e dal campanile. La chiesa, preceduta da portico con colonne lapidee monolitiche, si sviluppa con planimetria a pianta centrale ottagonale con due cappelle laterali e presbiterio quadrangolare; la copertura è a tetto a padiglione con manto in lastre di pietra. Il campanile sorge sul lato nord, in prossimità della facciata

Epoca di costruzione: 1652 - 1661

Comprende

Descrizione

La chiesa sorge isolata sopra un colle in posizione panoramica all'imbocco della valle dell'Albano.
L'edificio a pianta ottagonale è preceduto da un portico architravato su quattro colonne in serizzo al centro del quale si apre l'arco di ingresso. La semplice facciata presenta due lesene angolari ed una finestra a serliana nella parte centrale. Sul lato destro si trova il campanile a torre.
L'interno a pianta centrale è scandito da lesene con capitelli compositi sopra le quali corre una cornice in stucco. Sopra le quattro pareti negli angoli, entro cornici mistilinee in stucco, sono raffigurate le Quattro Virtù. L'altare maggiore, con mensa in marmi policromi, è caratterizzato da una cornice in stucco con figure di angeli che inquadra una pregevole tela con la Gloria di S. Gottardo, eseguita dal pittore cremasco Gian Giacomo Barbello nel 1628. A lato dell'altare, sopra un piedistallo, è collocata una statua di S. Gottardo in legno policromo. La cappella sul lato destro conserva sull'altare, entro una cornice lignea, una porzione di affresco che raffigura una Madonna col Bambino affiancata da S. Gottardo, Vescovo di Hildesheim, staccata da una chiesa più antica e risalente probabilmente al XV secolo. Sopra l'ingresso è collocata la cantoria dell'organo sulla quale sono rappresentate figure di angeli. Il soffitto ligneo, decorato con motivi vegetali, cartigli e riquadrature, è stato reintegrato in occasione di un restauro eseguito nel 1998.

Notizie storiche

La chiesa fu edificata nel XVII secolo, in sostituzione di un oratorio più antico, in segno di devozione a S. Gottardo dopo la scoperta delle miniere di ferro nella Valle dell'Albano. La prima pietra della nuova costruzione fu collocata il 21 giugno del 1652 dall'Arciprete Carlo Manzi e, dopo nove anni, il 1 maggio del 1661, la chiesa fu consacrata. Al XVII secolo risale probabilmente la sistemazione dell'altare maggiore in cui spicca la tela all'altare maggiore, eseguita nel 1628 dal pittore Gian Giacomo Barbello. L'affresco nella cappella destra proviene invece dall'oratorio demolito e sembra risalire al XV secolo. Nel 1833 fu stipulato il contratto per la costruzione del portico in facciata, completato nel 1835. Nel 1902 fu sistemato il piazzale della chiesa destinato ad accogliere i pellegrini e nel 1906 fu costruita la strada di accesso eseguita dal capomastro Innocenzo Mottarella. La chiesa fu oggetto di un intervento generale di ristrutturazione nel 1938, per iniziativa dell'arciprete di Dongo, in occasione del nono centenario della morte del santo. Nel 1959 invece fu rifatto il tetto e nel 1998 fu realizzato un intervento di restauro del soffitto ligneo e della balaustra dell'organo.

Uso storico: intero bene: chiesa

Condizione giuridica: proprietà ente religioso cattolico

Riferimenti bibliografici

Diocesi di Como, La Diocesi di Como. Dati e notizie per il 2005, Lipomo 2005

Pescarmona, D./ Rossi, M./ Rovetta, A., Alto Lario Occidentale, Como 1992

Zecchinelli, M., Le tre Pievi: Gravedona Dongo Sorico, Menaggio 1995

AA. VV., Pittura in Alto Lario e in Valtellina dall'Alto Medioevo al Settecento, Cinisello Balsamo 1995

Pozzi, A., Quaderni della Biblioteca del Convento Francescano di Dongo, S. Gottardo e la ferriera di Dongo, Dongo 1992

Giussani, A., Rivista Archeologica dell'Antica Provincia e Diocesi di Como, La storica borgata di Dongo, Como 1939

Foglia, G., Santuario Convento "Madonna delle Lacrime". Dongo 1553 - 2003, Menaggio 2002

AA. VV., La Chiesa di S. Stefano a Dongo, Como 2007

Credits

Compilatore: Catalano, Michela (2008); Leoni, Marco (2008)

Compilazione testi: Leoni, Marco

Responsabile scientifico testi: Catalano, Michela

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)