Palazzo civico

Monza (MB)

Indirizzo: Piazza Trento e Trieste - Monza (MB)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: palazzo

Configurazione strutturale: L'edificio presenta pianta regolare a corte interna, è collocato nel centro della città ed si sviluppa su tre piani fuori-terra. Le strutture verticali sono in cemento armato, mentre quelle orizzontali si caratterizzano per la presenza di solai in laterocemento. La copertura è a falde articolate con rivestimento in coppi. Lo scalone principale, situato all'ingresso meridionale dell'edificio, è in marmo, si sviluppa su due rampe appoggiate e presenta una forma a tenaglia. Il manto di copertura è costituto da tegole a coppi in laterizio.

Epoca di costruzione: 1926 - 1937

Autori: Brusconi, Augusto, progetto; Sacchi, Giovanni, completamento: prospetto Nord

Descrizione

Il Palazzo Civico di Monza si colloca sul lato Nord dell'ampia piazza Trento e Trieste, antica piazza del mercato medievale, che oggi ospita, al suo centro, il grandioso Monumento ai Caduti di Enrico Pancera opera degli anni Trenta del '900.
L'edificio si caratterizza per le sue forme eclettiche che richiamano la tipologia dei palazzi tardo rinascimentali. La sua vasta mole, insieme alla presenza di elementi decorativi di ordine gigante sulle quattro facciate (cornici delle finestre, timpani ed obelischi che coronano il palazzo) hanno un forte impatto sull'ambiente circostante.
Le facciate sono rivestite al piano terra ed al primo piano da un pesante bugnato in serizzo ghiandone; le finestre presentano cornici timpanate in ceppo, lo stesso materiale è utilizzato per le bugne agli angoli della costruzione; il secondo ed il terzo piano si caratterizzano per la muratura in mattoni paramano lasciati faccia-vista. Sulle facciate principali della struttura che si aprono su piazza Trento e Trieste e su piazza Carducci, al secondo piano si sviluppano delle balconate che danno rilevanza agli ingressi monumentali. L'ingresso di piazza Carducci è caratterizzato, inoltre, dalla presenza di un portico a doppia altezza rivestito, nelle sue parti interne di marmo.
Per quanto concerne l'interno dell'edificio, dall'ingresso di piazza Trento e Trieste si accede per mezzo di scala in granito al primo piano; superato il portone ci si imbatte immediatamente in uno scalone monumentale in marmo con forma a tenaglia che collega il secondo al terzo livello dell'edificio. Secondo lo schema distributivo del palazzo tutti gli uffici sono collocati lungo il perimetro esterno della costruzione. Le pareti presentano strutture in cemento armato, mentre i solai, che presentano motivi decorativi geometrici, sono tutti stati eseguiti in laterocemento.

Notizie storiche

La costruzione del Palazzo Civico di Monza ebbe inizio nella seconda metà degli anni Venti del XX secolo (1926), in seguito alla redazione del primo "Piano particolareggiato di esecuzione per la sistemazione del Centro della Città" (1925). Tale piano, che fu realizzato allo scopo di programmare la sistemazione degli spazi centrali cittadini attraverso un'opera di demolizione delle aree malsane e degli edifici fatiscenti, promulgava interventi di rinnovo edilizio allo scopo di ricavare slarghi di maggiore apertura nel centro monzese.
L'incarico di redigere il progetto del nuovo palazzo del comune fu affidato all'architetto Augusto Brusconi, professore di architettura presso il Politecnico di Milano e soprintendente ai monumenti per le province lombarde.
La costruzione si sviluppava sul lato Nord della piazza collocandosi sull'antica sede di Palazzo Durini, a ridosso di un isolato di edifici fatiscenti che occupavano l'area dove attualmente si trova piazza Carducci.
Il palazzo progettato dal Brusconi aveva una pianta quadrangolare che si articolava al suo interno intorno a due cortili rettangolari e simmetrici. Le facciate progettate dall'architetto dovevano donare al complesso l'imponenza necessaria affinché l'edificio ricordasse nella tipologia i palazzi-castello tardo rinascimentali. I quattro fronti furono eseguiti seguendo le indicazioni del Brusconi ed adoperando come materiali il serizzo ghiandone per l'alto basamento bugnato che occupava i primi due piani, il ceppo per le cornici delle finestre ed i mattoni paramano a vista per tutto il resto della superficie.
La prima fase costruttiva del nuovo Palazzo Civico cominciò nel 1926 ma si interruppe nel 1929 lasciando incompleto l'edificio della facciata posteriore. Durante gli anni successivi, nel 1932, si avviò una campagna di demolizioni che coinvolse gli edifici che occupavano il retro del palazzo.
Nel 1935 si diede inizio ai lavori di completamento della struttura. Questa seconda fase della costruzione, a causa dell'avvenuta morte del Brusconi, fu affidata ad uno dei suoi collaboratori: l'ingegnere Giovanni Sacchi, il quale rispettò, in linea di massima, il progetto del suo predecessore, aggiungendo un porticato alla facciata settentrionale di piazza Carducci da cui si poteva accedere sia agli uffici comunali che a vari servizi commerciali.

Uso attuale: intero bene: uffici

Uso storico: intero bene: uffici

Condizione giuridica: proprietà Ente pubblico territoriale

Accessibilità: In treno: con le linee ferroviarie
Milano - Bergamo
Milano - Como/Chiasso
Milano - Lecco

In autobus:
z218
Monza - Muggiò - Cinisello B. - Sesto S.G. (M1-FS)
z221
Mariano C. (FNM)-Giussano-Carate B.-Monza-Sesto S. G. (M1-FS)-Milano Bicocca
z222
Monza FS - S. Fruttuoso - Sesto S. G. (M1-FS)
z223
Monza FS (Celere) - Cinisello B. - Milano Bicocca
z224
Monza (Ordinaria) - Sesto S.G. - Milano
z225
Nova M.se - Sesto S. G. (M1-FS)
z227
Muggiò - Sesto S. G. (M1-FS)
z229
Palazzolo (FNM) - Paderno D. - Cinisello B. - Sesto S.G. (M1-FS)

In auto da Milano: A52 Tangenziale Nord, uscita Monza

Informazioni:
telefono 039 2372111

Riferimenti bibliografici

Rivista di Monza, Le nuove costruzioni in città, Monza 1933, pp. 3-7 n. 4

Rivista di Monza, Un progetto di completamento del Palazzo Civico, Monza 1933, p. 39 n. 5

Rivista di Monza, Demolizioni nel centro cittadino, Monza 1935, pp. 3-6 n. 3

Rivista di Monza, Il completamento del Palazzo Civico, Monza 1938, pp. 5-11 n. 10

Monza citta di servizi, dal Settecento alla Repubblica : Galleria civica, 28 febbraio-28 marzo 1987, Il Municipio, Monza 1988

Guida di Monza, Monza 1996

De Giacomi F./ Galbiati E., Monza: La sua storia, Monza 2002

Magni M./ Colombo E., Palazzo del Comune, Monza

Fonti e Documenti

Ridisegno città palazzo civico, teatro

Percorsi tematici:

Credits

Compilatore: Filieri, Adriana (1996)

Compilazione testi: Raimondo, Valentina

Responsabile scientifico testi: Zanzottera, Ferdinando

Fotografie: Bresil, Roberto

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)