Palazzo Isimbardi, Gasparoli - complesso

Muggiò (MB)

Indirizzo: Piazza Matteotti, 5 - Muggiò, Muggiò (MB)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: villa

Configurazione strutturale: La villa presenta una pianta ad U aperta verso il centro edificato. Il corpo principale prospetta su una corte ed è caratterizzato al piano terra da un portico a tre arcate a tutto sesto. Una delle due ali prosegue prospiciente su via Cavour fino a chiudere l'isolato creando in questo modo un cortile interno. La copertura è a padiglione con manto in tegole a coppo in laterizio.

Epoca di costruzione: seconda metà sec. XVIII - ante 1783

Comprende

Descrizione

Il complesso sorge nel cuore del centro abitato, poco discosto da Villa Casati Stampa di Soncino. Il corpo padronale presenta la tradizionale pianta a "U". È articolato su due piani con, innestati, due fabbricati simmetrici, aventi il secondo piano poco più basso del corrispondente nel corpo centrale; essi delimitano la corte d'onore alla quale si accede da un'imponente cancello in ferro battuto posto direttamente sulla piazza. Nella corte sono ancora evidenti le antiche guide in granito, che segnavano il percorso delle carrozze dal cancello all'elegante triportico d'entrata del Palazzo, sorretto da colonne di granito, attraverso il quale si giungeva nel giardino posto sul retro, non più esistente. I pochi riferimenti inducono a ipotizzarne un disegno geometrico. All'interno, a piano terra, vi è una sala dal soffitto affrescato con anfore e figure antropomorfe, chiuse tra cornici con decori neoclassici. Altre sale ed anditi adiacenti presentano affreschi "a grisaille" classicisti. Al piano nobile, si trova in posizione centrale il salone, odierna Sala di rappresentanza della Città. Sulla sinistra del palazzo vi è la multipla corte rustica, circondata da fabbricati variamente aggregati e fortemente degradata. È organizzata autonomamente, ma collegata alla residenza nobile, tramite un passaggio aperto sulla corte d'onore.

Notizie storiche

Il complesso fu costruito sulla casa rurale di Don Pietro Antonio Croce per volere del marchese Gian Pietro Isimbardi quando ne sposò la figlia. Il nome del progettista non è noto. La data di costruzione potrebbe essere riconosciuta in quella incisa su di una trave del sottotetto: 1783. Nonostante la cronologia avanzata, le linee architettoniche appaiono del tutto consone alla tradizione dell'edilizia di villa dello Stato di Milano sei-settecentesca. Nelle articolate porzioni dei rustici sono presenti, tuttavia, elementi architettonici di impianto neoclassico. Durante il XIX secolo, la residenza, attraverso le pur succinte testimonianze della guidistica, risulta di proprietà della famiglia Isimbardi. Nel corso degli anni Ottanta del Novecento il complesso, nonostante il riconoscimento della storiografia di interesse quale espressione, per il corpo padronale, del barocchetto settecentesco lombardo, risultava molto compromesso e decaduto a seguito del frazionamento e del relativo utilizzo a fini di abitazione privata, depositi, officina. Nei primi anni Novanta l'area padronale è stata oggetto di un restauro conservativo ed adibita a sede di alcuni uffici del Municipio. Permangono in stato di abbandono i corpi rustici laterali. Del tutto perduto risulta comunque il giardino.

Uso attuale: intero bene: abitazione/ servizi

Uso storico: intero bene: abitazione

Condizione giuridica: proprietà mista pubblica/privata

Accessibilità: In auto da Milano:
Prendere A4 verso E66/Venezia/A51 uscita Cormano

In treno: Dalla stazione di Monza o dalla stazione di Lissone (Muggiò) con collegamenti alle stazioni ferroviarie di Milano Centrale e di Milano Porta Garibaldi.

In autobus:
Linea Z204 Vedano (Lissone) - Cinisello Balsamo
Linea Z205 Limbiate - Monza FS
Linea Z209 Cesano Maderno - Monza FS
Linea Z218 Sesto S. Giovanni - Monza Ospedale Nuovo
Linea Z219 Paderno Dugnano/Palazzolo FNM - Monza FS
Linea Z227 Sesto S. Giovanni FS - Muggiò

Per orari e mappe dei percorsi consultare il sito www.brianzatrasporti.it

Riferimenti bibliografici

Olivieri D., Dizionario di toponomastica lombarda, Milano 1961, p. 704

Binaghi Olivari M.T./ Süss F./ Bagatti Valsecchi P.F., Le ville del territorio milanese, Milano 1989, v. II pp. 138-139

Spiriti A./ Facchin L., Monza e Brianza. Arte, natura e cultura di una provincia da scoprire, Milano 2009, pp. 111-112

Muggiò: storia, arte, cultura, Parma, Sesto San Giovanni 1994

Muggiò: la storia e le persone, notizie dal Registro storico municipale, s.l. 2009

Visualizzatore geografico NaDIR: visualizza mappa

Percorsi tematici:

Credits

Compilatore: Spataro, Annamaria (1995)

Compilazione testi: Facchin, Laura

Responsabile scientifico testi: Zanzottera, Ferdinando

Fotografie: Bresil, Roberto

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)