« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Autosilo 1
Brescia (BS)

Indirizzo: Via Vittorio Emanuele II - Brescia (BS) (vedi mappa)

Tipologia: architettura per la residenza, il terziario e i servizi; autorimessa

Caratteri costruttivi:

  • strutture: cemento armato
  • facciata: calcestruzzo a vista; intonaco; pannelli in lamiera metallica e vetrazioni
  • coperture: piana, particabile, adibita a parcheggio scoperto
  • serramenti: in metallo verniciato nero

Cronologia:

  • completamento: 1971
  • data di riferimento: 1971

Committenza: Automobile Club d'Italia

Autori:

  • progetto: Arrivabene Giuseppe; Moretti Mario; Ragni Enzo; Taini Antonio

Uso: autorimessa/ negozio/ ufficio

Condizione giuridica: proprietà mista pubblica/privata

Descrizione

L'autosilo si attesta su un isolato lungo viale Vittorio Emanuele II, in pieno centro storico a Brescia. Il grande edificio di otto piani, più tre interrarti, occupa in lunghezza il lotto rettangolare sorto sul sedime delle antiche mura venete, abbattute nell'800 per fare posto alle nuove arterie viarie di attraversamento della città. La facciata in cui si collocano gli ingressi all'autosilo è in linea rispetto al corso principale, mentre quella opposta è stata arretrata rispetto alla strada, permettendo la creazione di una piazza a giardini. La collocazione delle file dei posti auto, inclinate a 45°, ha determinato la composizione dei fronti principali, caratterizzati dal profilo seghettato dei sei piani, in origine destinati tutti ad autorimessa. Il piano terra e il primo piano, occupati da attività commerciali e uffici, presentano vetrazioni continue e un'alta fascia marcapiano in cemento a vista e sono arretrati rispetto al volume soprastante, sostenuto da pilastri, ciascuno dei quali si divide nella parte terminale in due mensole inclinate. Il volume a sei piani ha i parapetti in cemento intonacato e lamiera metallica. Durante gli anni '80 parte dei box fu trasformata in uffici, chiudendo la muratura utilizzando serramenti con telai in metallo.

Notizie storiche

Nel 1967 l'ACI (automobile Club d'Italia) promosse uno studio sulla domanda e offerta di parcheggi nella città di Brescia, in modo da approntare un progetto che risolvesse almeno in parte il problema della congestione veicolare. Dal rapporto emerse la necessità di raddoppiare all'interno del centro storico l'offerta di posti auto e il progetto di un nuovo autosilo lungo corso Vittorio Emanuele II venne affidato al Centro Progettazione e Ricerca dell'ACI. L'edificio, dotato di controlli di monitoraggio e smistamento per l'epoca all'avanguardia, subì una trasformazione negli anni '80, quando fu rilevato come rimanesse costantemente sottoutilizzato: per questo 270 posti auto vennero trasformati in ufficio. Attualmente l'autosilo è chiuso per lavori di adeguamento alla normativa antincendio.

Bibliografia

AL - Mensile d'informazione degli architetti lombardi, Autosilo 1, Milano 2008, n. 5, pp. 7-8

Credits

Compilatore: Servi, Maria Beatrice (2015)
Responsabile scientifico testi: Boriani, Maurizio