« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Chiesa di Maria S.ma Immacolata di Longuelo
Bergamo (BG)

Indirizzo: Via Guglielmo Mattioli 57 - Bergamo (BG) (vedi mappa)

Tipologia: architettura religiosa e rituale; chiesa

Caratteri costruttivi:

  • strutture: cemento armato
  • facciata: intonaco civile; cemento armato a vista
  • coperture: curva, con manto in coppi e lastre di ardesia
  • serramenti: in ferro

Cronologia:

  • progettazione: 1961 - 1965
  • esecuzione: 1965
  • data di riferimento: 1961 - 1965

Autori:

Uso: chiesa

Condizione giuridica: proprietà Ente religioso cattolico

Descrizione

La chiesa, costruita a servizio del nuovo quartiere periferico di Longuelo, è un edificio a pianta centrale la cui sagoma scaturisce dall'aggregazione di quattro volumi staticamente autonomi, ciascuno retto da cinque volte sottili in cemento armato, dallo spessore di soli 6 centimetri. Di queste, quattro hanno una doppia curvatura, mentre la quinta copre i nodi centrali e nel loro complesso disegnano una tensostruttura che richiama l'immagine della vela o, simbolicamente, della biblica tenda di Mosè. Ciascuna delle quattro sezioni è composta da ventuno aste, che lavorano sia a compressione sia a trazione, su cui poggiano i paraboloidi iperbolici delle vele per le quali era prevista, sui lati rivolti all'invaso interno, un'accesa tinteggiatura in colori come giallo, blu e bianco mai realizzata. L'edificio, molto apprezzato dalla critica, è considerato la summa delle riflessioni architettoniche di Pizzigoni (scomparso a pochi mesi dall'inaugurazione della chiesa), in particolare di quel suo modo di concepire il progetto come "un processo costituito da fasi e momenti eterogenei, relazionati dalla capacità di sintesi del progettista attraverso l'uso sapiente e passionale del disegno" (Belloni, 1998).

Notizie storiche

La sperimentazione di volte sottili in cemento armato trova altre interessanti applicazioni nella carriera di Pizzigoni, che vi ricorre in occasioni come l'azienda agricola della propria famiglia costruita a Zandobbio (1956-1960), l'impianto caseario di Torrepallavicina (1960-1964) e per l'asilo al quartiere Monterosso (1965).

Opere d'arte

  • tabernacolo (interno, altare maggiore)
    autore: Nani Claudio

Documentazione allegata

Fonti archivistiche

Fondo Giuseppe Pizzigoni. Biblioteca Civica Angelo Mai e Archivi Storici Comunali, Bergamo - scheda fondo vedi »

Bibliografia

Edilizia moderna, Il 900 e l'architettura, Milano 1963, n. 81

Crippa G.R., Pino Pizzigoni, architetto e pittore geniale, Milano 1967

L'industria italiana del cemento armato, La chiesa di Longuelo, Roma 1967

Pizzigoni A. (a cura di), Pizzigoni: invito allo spazio: progetti e architetture, 1923-1967, Milano 1982, pp. 142-147

Bertelli G./ Brambilla M./ Invernizzi M., Bergamo. Cent'anni d'architettura 1890-1990, Bergamo 1994, pp. 108-109

Belloni P., Domus, Itinerario 142. Pizzigoni a Bergamo, Milano 1998, n. 801, febbraio, pp. 105-112

Spagnolo R., Arte a Bergamo 1960-1969, Verso un'architettura della città, Bergamo 2002, pp. 99-132

Scarrocchia S., Ark. L'Eco di Bergamo, Una composizione spaziale di valori artistici e spirituali. La chiesa dell'Immacolata a Longuelo, Bergamo 2011, n. 5, aprile, pp. 14-17

Credits

Compilatore: Leoni, Maria Manuela (2015)
Responsabile scientifico testi: Irace, Fulvio