« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Chiesa di S. Nicolao della Flue
Milano (MI)

Indirizzo: Via Dalmazia 11 - Milano (MI) (vedi mappa)

Tipologia: architettura religiosa e rituale; chiesa

Caratteri costruttivi:

  • facciata: cemento armato a vista
  • coperture: a vela continua, con manto in vercuivre
  • serramenti: in alluminio

Cronologia:

  • progettazione: 1965
  • esecuzione: 1968 - 1969
  • data di riferimento: 1965 - 1969

Committenza: Comitato Nuove Chiese di Milano; Curia Diocesana di Milano

Autori:

Uso: chiesa

Condizione giuridica: proprietà Ente religioso cattolico

Descrizione

Sorta al quartiere Forlanini, la chiesa prospetta su un sagrato soprelevato verso cui si rivolgono anche i principali edifici pubblici dell'insediamento. Il tempio poggia su un basamento, in cui sono ospitati i locali parrocchiali e di servizio, e l'invaso è scandito in tre navate. Elemento fondamentale del progetto di Gardella è la copertura a vela, che caratterizza tanto gli interni quanto gli esterni. La particolare sagoma proiettata sulla città - rivestita in vercuivre, materiale ottenuto mischiando rame catramato e foglie di caucciù - è infatti suddivisa in sei elementi strutturali che poggiano su telai curvilinei in cemento armato, ai quali è affidata anche la scansione del ritmo spaziale dell'aula. I telai, sagomati a calice, sottolineano inoltre la spinta verso l'alto della navata centrale, illuminata da feritoie orizzontali ricavate al piede dell'ultima curva del tetto che restano nascoste ai fedeli riuniti in assemblea. Lo stesso espediente viene adottato per illuminare le navatelle laterali, le cui aperture si trasformano all'esterno in un lungo taglio orizzontale che segnala lo stacco tra la copertura e il volume dell'aula. La chiesa custodisce un tabernacolo e un fonte battesimale, in beola, che sono opera di padre Costantino Ruggeri.

Notizie storiche

La chiesa di Gardella è la sede della parrocchia di San Nicolao della Flue, istituita con un decreto pastorale il 12 giugno 1963 dell'arcivescovo Giovanni Battista Montini. Da principio inserita tra le parrocchie dei comuni aggregati alla Porta Orientale - insieme a Porta Tosa e Porta Monforte - è diventata parte del vicariato urbano in seguito alla revisione della struttura territoriale della diocesi attuata tra il 1971 e il 1972.

Opere d'arte

  • tabernacolo (interno)
    autore: Ruggeri Costantino
  • fonte battesimale in beola (interno)
    autore: Ruggeri Costantino