Archivio generale del Fondo di religione - Registri (1309 - 1810)

fondo | livello: 1

Altre denominazioni:
Denominazione in GG II 980 - 983: Archivio generale del Fondo di religione
AS MI: Archivio generale del Fondo di religione - Registri da metà XX sec. circa

Conservatore: Archivio di Stato di Milano (Milano, MI)

Produttore fondoMilano, Fondo di religione (1787 - prima metà sec. XIX)

Progetto: Archivio di Stato di Milano: Anagrafe degli archivi (guida on-line) (1998 - 2007)

Codice: ASMI3005

Consistenza: regg. 298 in bb. 262
(in GG: regg. 152)

Metri lineari: 46

Note alla data: (In GG: 1312 - 1876).

Contenuto: Indici d'archivio, Rubriche delle scritture, Libri cassa, Libri mastri, Indici degli atti, Registri d'archivio, Memorie dei singoli enti, Inventari di beni, per la maggior parte redatti nel XVII e XVIII secolo, di alcuni degli enti ecclesiastici i cui archivi sono confluiti nell'Archivio generale del Fondo di religione. Gli estremi cronologici sono ricavati dall'esame diretto di ogni registro.

Cfr scheda complesso archivistico "Archivio generale del Fondo di religione" (asmi3000).

Storia archivistica: L'attuale fondo è costituito da parte dei registri degli archivi degli enti ecclesiastici soppressi, sopravvissuti alle distruzioni belliche.
Originariamente collocati nell'Archivio generale del Fondo di religione, furono in parte scorporati durante la risistemazione del Fondo avvenuta nel 1957; alcuni, dunque, ancora si trovano insieme alle carte d'archivio dell'ente cui si riferiscono negli attuali complessi Archivio generale del Fondo di religione e Amministrazione del Fondo di religione.

In Guida Generale i registri sono definiti una partizione dell'Archivio generale del Fondo di religione ed elencati di seguito alla descrizione relativa a quest'ultimo.

Cfr scheda complesso archivistico "Archivio generale del Fondo di religione" (asmi3000).

Criteri di ordinamento: I registri sono disposti secondo le città e rispettive province di Milano, Bergamo, Brescia, Como, Crema, Cremona, Lodi, Pavia e all'interno della partizione geografica, secondo le tipologie Abbazie e commende, Capitoli, Confraternite, Conventi, Monasteri.
Sono stati condizionati agli inizi degli anni '90 e revisionati nel 1995; a volte, nel corso delle operazioni, più registri appartenenti ad uno stesso ente sono stati compresi in un medesimo contenitore.

Strumenti di ricerca

Inventario degli archivi del Fondo di religione
metà sec. XX
inventario sommario
2 volumi dattiloscritti
Comprende l'Inventario degli archivi del Fondo di religione corrispondente allo stato degli archivi del Fondo di religione dopo la revisione del 1957 e l'Inventario sommario dei Registri del Fondo di religione anteriore alle distruzioni belliche. Rimanda agli inventari specifici degli archivi del convento di San Gottardo di Bergamo (CR 5), del monastero di San Salvatore di Pavia (CR 6), del monastero di Santa Chiara vecchia di Lodi (CR 7), del monastero di Santa Grata di Bergamo (CR 8 e CR 9), del monastero di San Pietro in Ciel d'oro di Pavia (CR 10), ricostituiti all'epoca della direzione di Luigi Fumi (1908 - 1920).
Inventario di sala CR 1 (già 55/1)
Archivio generale del Fondo di religione. Fondo di religione parte antica, inventario sommario
1916?
inventario sommario
2 volumi manoscritti
L'inventario elenca all'inizio la tipologia conventi - monasteri delle province di Bergamo, Brescia, Como, Crema, Cremona, Lodi. Seguono i capitoli di Milano e Como città e provincia; le confraternite, i conventi, i monasteri di Milano città; i conventi e monasteri della provincia di Milano e Pavia; abbazie e commende di tutte le province in ordine alfabetico per luogo e poi per nome di ente; gli atti storici dei Cappuccini. Si segnala che le confraternite della provincia di Cremona (ad esclusione di Casalmaggiore) sono in coda alla provincia stessa e che Bergamo città, nella partizione della provincia di Bergamo, è all'inizio, precede cioè la lettera A. Sono compresi anche i registri, successivamente organizzati nel fondo Archivio generale del Fondo di religione - Registri. Il secondo volume comprende all'inizio l'"Indice delle località sedi di enti e rispettiva provincia".
Inventario di sala nn. 55 e 56 (già n. 511 e 511 bis), corrispondente alla cosiddetta parte antica dell'Archivio generale del Fondo di religione, precedente al riordino e rinumerazione del Fondo. Sono presenti indicazioni della nuova numerazione data al Fondo dopo la riorganizzazione del 1957.
Autori: Pierucci (archivista di Stato, in servizio nel 1908)
Indice descrittivo dei registri del Fondo di religione rimasti dopo le distruzioni della guerra 1940 - 1945
metà sec. XX
inventario sommario
Rimanda all'inventario dei registri dell'archivio del Capitolo maggiore del Duomo (CR 4).
Inventario di sala CR 2 (già n. 55/II)

Documentazione correlata:
- Archivio generale del Fondo di religione.  AS MI
- Amministrazione del Fondo di religione  AS MI

Compilatori
prima redazione: Eleonora Saita, archivista 1998/09/21
rielaborazione: Carmela Santoro, archivista di Stato 2004/5

espandi | riduci