Ferorelli Nicola (sec. XX)

fondo | livello: 1

Altre denominazioni:
Denominazione in GG II 984: Ferorelli Nicola

Conservatore: Archivio di Stato di Milano (Milano, MI)

Produttore fondoFerorelli Nicola (Bitetto, 1877 - 1951)

Progetto: Archivio di Stato di Milano: Anagrafe degli archivi (guida on-line) (1998 - 2007)

Codice: ASMI4460

Consistenza: bb. 5
(In GG: bb. 5)

Metri lineari: 1.5

Note alla data: (In GG: sec. XIX)

Contenuto: Materiale di lavoro prodotto o raccolto da Nicola Ferorelli, archivista di Stato, nelle vesti di studioso di storia. In particolare: schede bibliografiche, piani di studio, minute di stesura, articoli e ritagli di giornali, corrispondenza di ricerca; trascrizioni, sunti e traduzioni di documenti - alcuni dei quali ormai perduti - conservati sia in AS MI sia in altri istituti.
Il fondo testimonia l'interesse prevalente del Ferorelli per le vicende del '700 - con particolare riguardo alla Rivoluzione francese ed ai suoi esiti in Italia - e per l'epoca napoleonica.
A titolo esemplificativo, si possono trovare appunti sulla guerra per la successione austriaca e la Lombardia, sulle vicende dell'Italia sotto la dominazione spagnola e austriaca, sulla sollevazione di Genova del 1746-47 e sull'episodio di Balilla, su Vincenzo Cuoco, Vittorio Alfieri, Pietro Verri, sulla seconda metà del Settecento e la Rivoluzione francese, su Tommaso Campanella, sulla Congiura dei baroni e sul Regno di Napoli in generale, su monete e medaglie, sul tricolore italiano, il suo significato e la sua storia, su questioni circa l'origine del Risorgimento, sulla storia della Corsica, in particolare in relazione alle vicende del XVIII sec.
Sono inoltre presenti trascrizioni di documenti dell'Archivio di Stato di Torino (seconda metà del '700), di poesie relative alle guerre di successione spagnola, polacca e austriaca, di varie fonti in prosa per il sec. XVIII.
Non tutti gli studi, testimoniati dal materiale conservato, furono condotti a termine o pubblicati e, al contrario, non tutta la produzione a stampa del Ferorelli è rappresentata.
Le carte presuppongono, in ogni caso, un grande lavoro di analisi di fonti, sia bibliografiche che archivistiche, raccolte e minuziosamente elencate dallo studioso.
(Inventario di Sala AD 18)

Storia archivistica: Il fondo rimase all'AS MI dopo il passaggio di Nicola Ferorelli all'insegnamento.
Il materiale si presenta costituito da fogli volanti, spesso di risulta, solo a volte numerati o riuniti con altra documentazione sciolta in camicie di fortuna.
Le camicie recano indicazioni di massima del contenuto.
Il lavoro di riordino e di inventariazione è stato condotto nel 1993 da Maristella La Rosa, archivista di Stato.

Criteri di ordinamento: Riordinamento ultimato nel 1993.
In fase di riordino è stata rispettata, per quanto possibile, la precaria fascicolazione originaria e si è provveduto ad integrare, ove necessario, la descrizione mediante indicazioni sull'argomento e sulla tipologia del materiale.
Sono inoltre stati conservati, all'interno delle buste, i dorsi dei vecchi contenitori, utili perché dotati di sintetiche note di contenuto.

Strumenti di ricerca

Ferorelli
1993
inventario analitico
Inventario di sala AD 18
Autori: La Rosa Maristella (archivista di Stato)

Compilatori
prima redazione: Raimonda Cuomo, archivista 1999/12/20
rielaborazione: Ermis Gamba, archivista 2004/02/02

espandi | riduci