Agip (1891 - 1999)

fondo | livello: 1

Conservatore: Eni spa - Divisione Agip [numero REA: 756453 Rm] (Roma, RM)

Produttore fondoMilano, Agip spa [numero REA: 158722 Mi] (1926 - 1998)

Progetto: Centro per la cultura d'impresa: censimento descrittivo degli archivi d'impresa della Lombardia (1998 - 2011)

Consistenza: 534 scatole (corrispondenti a ca. 50.000 fascicoli = 135.000 fogli), 30.614 fascicoli (relazioni), 130329 campioni, 40.000 fascicoli tecnici, 1.077.000 nastri, 51.500 documenti, quantità n.i. di microfilm, 500.000 lucidi

Contenuto: Ente titolare: Eni spa - 756453 RM. Archivio conservato da Eni spa - divisione Agip a titolo di proprietà. L'archivio storico si è costituito tra il 1992 e il 1998 e si compone di documenti cartacei in originale. E' sito presso il Quinto palazzo uffici di San Donato Milanese e conserva la documentazione prodotta dalla società Agip fino almeno al 1975. I primi documenti arrivarono alla sede centrale di Lodi da tutte le sedi Agip d'Italia durante l'ultimo conflitto mondiale e furono opportunamente nascosti alle truppe tedesche. Quando poi la sede fu trasferita, alla fine del 1943, a Milano, il materiale restò per molti anni a San Donato Milanese fino ad andare poi a costituire l'Archivio storico sempre a San Donato. Alcune note vanno fatte sullo stato di conservazione: la maggior parte dei documenti è stata oggetto di un intervento di protezione dall'aria e dall'umidità, liberata da tutti i fermagli ferrosi, sottoposta a un processo di depolverizzazione ed inserita in separatori di carta vergatina, repellente agli inchiostri e a bassa capacità adesiva. Rispetto alla documentazione più recente riguardante l'attività di Presidenza e direzione, ufficio Personale, ufficio Legale e in generale la produzione cartacea legata all'amministrazione e alla contabilità non è possibile approfondire in termini di contenuti e tipologie documentarie, eccezion fatta per il gruppo di "Relazioni" (si veda la partizione che segue). Si noti che la parte di documentazione che non viene incanalata verso l'archivio storico (il cosiddetto "archivio remoto di gruppo") viene conservata in un deposito in attesa della scadenza dei termini di legge per la conservazione a cui segue il macero (per la gestione degli archivi più recenti si veda la scheda conservatore Eni - divisione Agip). Lo stesso "archivio storico" non può però al momento essere descritto nel particolare delle serie documentarie che lo compongono. L'archivio tecnico infine rappresenta il know-how della divisione Agip e certifica tutto il valore di esplorazione e produzione che è stato sviluppato dalla nascita della società ad oggi. Questo tipo di documentazione non subisce mai alcuno scarto. Esso si divide in tre parti (v. partizioni sotto). [Autore: Antonella Bilotto. Aggiornamento dati: 08/06/1999].

Storia archivistica: Strumenti di corredo segnalati: banche dati; Banca dati (su database Microsoft Access) relativa alle varie schede (con indicazioni della data, autore, titolo, argomento, zona geografica, ecc.) di versamento della documentazione all'archivio storico; Cd-rom (14 dischetti) in cui sono stati travasati, attraverso scanner, tutti i documenti dell'archivio storico; Banca dati utilizzata con funzioni di cataloghi per l'archivio tecnico.

Criteri di ordinamento: parzialmente riordinato

espandi | riduci