Monastero di Santa Francesca Romana, benedettini olivetani (1623 - 1771)

Altre denominazioni:
Monastero di Santa Francesca Romana, olivetani

Sede: Brescia

Tipologia ente: ente e associazione della chiesa cattolica

Progetto: Archivio di Stato di Milano: Anagrafe degli archivi (guida on-line)

Nel 1564 gli Olivetani del monastero di San Nicol˛ di Rodengo, dopo il fallito tentativo di costituire una dipendenza a Lograto optarono per la fondazione, ben vista dal vescovo di Brescia Marino Giovanni Zorzi, di un cenobio in cittÓ. L'8 marzo 1623 Gregorio IX approv˛ l'ingresso degli Olivetani di Rodengo nel monastero da loro fondato a Brescia e dedicato a santa Francesca Romana, situato nell'isolato delimitato dalle vie Marsala, Fratelli Bandiera, Federico Odorici e contrada del Carmine. L'ente si ampli˛ presto con l'acquisto delle case vicine. Il piccolo monastero, sempre dipendente dal monastero di Rodengo, fu soppresso per l'esiguitÓ della comunitÓ monastica il 29 ottobre 1771 e i monaci che lo occupavano si trasferirono a Rodengo.
(Civita, profilo "Monastero di San Nicol˛ (1446-1797)", risorsa internet verificata il 21/02/2006)

Bibliografia
- CIVITA = PROGETTO CIVITA, Le istituzioni storiche del territorio lombardo - scheda descrittiva ad vocem
- FIORI, I monaci, 13 = FIORI, G., I monaci benedettini di Monteoliveto a Lograto (Bs), "I quaderni dell'abbazia" 4 (1988), pp. 7-16
- I possedimenti di San Nicol˛, 323, 328 = COMINI, R., CAVADINI, A., DOTTI, F., PICCINELLI, M., I possedimenti di San Nicol˛ di Rodengo (dall'estimo del 1641 e nelle polizze del 1769), in San Nicol˛ di Rodengo. Un monastero di Franciacorta tra Cluny e Monte Oliveto, a cura di G. Spinelli, P.V. Begni Redona, R. Prestini, Brescia 2002, pp. 321-332.
- PRESTINI, Il monastero, 414 = PRESTINI, R., Il monastero olivetano di Santa Francesca Romana in Brescia, in San Nicol˛ di Rodengo. Un monastero di Franciacorta tra Cluny e Monte Oliveto, a cura di G. Spinelli, P.V. Begni Redona, R. Prestini, Brescia 2002, pp. 409-438.

Compilatori
prima redazione: Vecchio Diana, archivista (2006/02)