Calzaturificio Fratelli Rossetti spa [numero REA: 1059069Mi] (1952 -)

Altre denominazioni:
Calzaturificio Rossetti dei Fratelli Rossetti

Sede: Milano

Tipologia ente: ente economico/impresa

Progetto: Centro per la cultura d'impresa: censimento descrittivo degli archivi d'impresa della Lombardia

Numero REA: 1059069Mi

Ragione sociale/forma giuridica/capitale sociale e settore di attivitÓ iniziali:
Calzaturificio Rossetti dei Fratelli Rossetti - societÓ di fatto - n.i. - 19.30.1; 51.42.4

Ragione sociale/forma giuridica/capitale sociale e settore di attivitÓ finali:
Calzaturificio Fratelli Rossetti spa - societÓ per azioni - L. 5.000.000.000 - 19.30.1; 19.20; 19.30.2; 51.42.4; 51.47.8

Profilo storico
La societÓ, costituita nel corso del 1952, inizi˛ la propria attivitÓ nel settore della produzione di calzature per ciclisti e pattinatori, ma in breve allarg˛ il proprio raggio d'azione alla fabbricazione di scarpe da uomo. Proprio in questo comparto, l'azienda dei fratelli Rossetti ottenne fin da subito grandi riconoscimenti, grazie alle novitÓ introdotte sul mercato, come per esempio i primi mocassini marroni che rappresentavano un'innovazione rispetto alla scarpa rigorosamente nera. Negli anni seguenti, la costante attenzione alle tendenze emergenti dal mondo della calzatura unita ad una "filosofia" aziendale rivolta ad armonizzare tradizione e tecnologia rappresentarono le chiavi di volta per il successo dell'impresa; parallelamente la produzione, effettuata nello stabilimento di Parabiago (MI), si diversific˛ anche in direzione della realizzazione di articoli per l'abbigliamento. Nel 1962 la societÓ assunse la forma giuridica di snc. Dalla metÓ degli anni ottanta in avanti, inoltre, la "Calzaturificio Fratelli Rossetti" - dal 1979 spa - ha definito una strategia commerciale che l'ha portata ad aprire numerosi punti vendita in Italia e all'estero. Attualmente la rete di vendita dell'azienda pu˛ contare sull'attivitÓ di 18 negozi sparsi sull'intero territorio nazionale, a cui si aggiungono 8 punti vendita distribuiti tra Europa, Stati Uniti ed Estremo Oriente.

Data aggiornamento: 10/01/2000
Autore della scheda: Geoffrey Pizzorni