Strumenti per il lavoro d'archivio

Archimista

Regione Lombardia promuove lo sviluppo e la distribuzione di Archimista, applicazione open source per la descrizione archivistica, che è subentrata a Sesamo (1992 - 2011).
Archimista viene rilasciato in due versioni: standalone e server.

Le principali entità di descrizione sono: i soggetti conservatori, i complessi documentari e le unità ad essi collegate, i soggetti produttori, le fonti e i progetti nel cui contesto vengono effettuati i vari tipi di intervento (riordino e inventariazione, censimenti e guide, recupero di corredi pregressi …)

L'applicazione è fornita di un complesso di funzioni per agevolare il lavoro degli operatori, tra le quali:

  • descrizione dei complessi e delle unità nel formato scheda e nel formato tabellare
  • costruzione e modifica dell'albero rappresentante la struttura del fondo
  • viste differenziate delle unità in base a segnature, estremi cronologici, classificazione …
  • ordinamento delle unità in base a diversi parametri
  • diversi tipi di report nei formati html, rtf e pdf
  • upload multipli di oggetti digitali associati alle varie entità di descrizione

Archimista è stato realizzato sulla base di un accordo sottoscritto nel 2010 con Regione Piemonte e Direzione Generale per gli Archivi.

I partner operativi sono stati l'Università degli Studi di Pavia, per il periodo 2011-2012, e, dal 2013, il Politecnico di Milano che cura la manutenzione evolutiva e lo sviluppo di un modulo di pubblicazione via web.

La società cooperativa Codex di Pavia ha provveduto allo sviluppo.

Dal sito ufficiale, http://www.archimista.it, previa registrazione, è possibile effettuare il download della versione standalone e del manuale d'uso.

La versione server è disponibile all'indirizzo: https://github.com/codexcoop/archimista, dove sono pubblicati i codici sorgenti.

Guide operative

I materiali sono liberamente scaricabili e riproducibili, con il vincolo di una completa citazione della fonte: