Aratro a carrello

ambito mantovano, sinistra Mincio

Aratro a carrello

Descrizione

Ambito culturale: ambito mantovano, sinistra Mincio, Lombardia

Cronologia: sec. XVIII fine

Categoria: attività agro-silvo-pastorali

Tipologia: aratro a carrello

Materia e tecnica: ferro (taglio, piegatura, affilatura); legno (taglio, sagomatura, incastro)

Descrizione: Aratro duplice, con le 2 buri e le 4 stegole in legno. L'attrezzo è formato da due aratri veri e propri (piò), da usarsi in alternativa l'uno all'altro, con i rispettivi vomeri in ferro asimmetrici che piegano l'uno a destra e l'altro a sinistra. Completano l'attrezzo un unico carrello anteriore(barusét) in legno con ruote raggiate di diametro leggermente diverso tra loro e un robusto timone da traino in legno di olmo con rinforzi in ferro, sagomato a coda di rondine nell'estremità d'aggancio al carrello.

Notizie storico-critiche: Questo particolare tipo di aratro, di antica fattura, era composto da un unico carrello (barusét) e da un unico timone da traino, ma aveva in dotazione due distinti aratri (piò) con vomeri (gumèr) asimmetrici (destro e sinistro) i quali erano usati in modo alternato: di volta in volta solo uno di essi veniva infatti attaccato al carrello, a seconda della direzione dell'aratura da effettuare nel campo: per l'andata si usava, ad es., il piò con il vomere che rivoltava a destra le zolle, mentre al ritorno lo si sostituiva con l'altro piò, il cui vomere rivoltava le zolle dall'altra parte.

Collocazione

Villimpenta (MN), Collezione privata Francioli Carmen

Credits

Compilatore: Barozzi, Giancorrado (2008)

Funzionario responsabile: Bertolotti, Maurizio

Ultima modifica scheda: 28/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)