Abito

ambito bresciano

Abito

Descrizione

Ambito culturale: ambito bresciano, Lombardia

Cronologia: sec. XIX seconda metà

Categoria: economia e ritualità domestiche

Tipologia: abito

Materia e tecnica: cotone (tessitura, taglio, cucitura); lana (taglio, lavaggio, cardatura, filatura, tessitura, cucitura)

Descrizione: L'indumento, a motivi quadrettati blu e rossi, è formato da un'ampia gonna e da un corpetto attillato senza maniche, cuciti l'uno con l'altra. Lungo il fondo della gonna, internamente rivestito di una fascia in lana bianca, è ricamato un motivo ornamentale ondulato. Il corpetto, chiuso sul retro da appositi bottoni, è internamente rivestito di lana. Le cuciture sono effettuate a macchina e a mano

Notizie storico-critiche: F. Caltagirone (1986, pp. 66-67) riferisce che solitamente per la gonna occorrevano cinque strisce di stoffa, unite una all'altra nel senso della lunghezza. La fodera era realizzata con ritagli di stoffa che si avevano in casa e fissata alla gonna solo lungo l'orlo superiore; un tempo veniva usata più alta di quanto non si faccia adesso: ciò dava maggior spessore alle falde e metteva in maggior rilievo i fianchi.
G. Sebesta (1991, p. 345) informa che le gonne non dovevano essere lunghe per non toccare il terreno, sufficientemente ampie da favorire i movimenti e prive di falde che avrebbero impedito una facile lavatura. Il corpetto poteva essere chiuso da bottoni disposti sul davanti fin quasi all'altezza del collo a seconda del cambio di stagione.
Fonti di documentazione: 3

Collocazione

Montichiari (BS), Museo Demologico Giacomo Bergomi

Credits

Compilatore: Capra, Michela (2006)

Funzionario responsabile: Barozzi, Giancorrado

Ultima modifica scheda: 28/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)