Borghi di Lombardia: Volesio, Tremezzo (CO)

 

Volesio, oggi frazione del comune di Tremezzina, è ubicato in ridente posizione a mezza costa lungo la sponda occidentale del lago di Como ed è composto da una serie di palazzi signorili attorniati da case coloniche.
Il villaggio ha mantenuto l’assetto urbanistico originale ed è attraversato da pittoreschi viottoli in acciottolato che comprendono una serie di suggestivi passaggi coperti. All’interno del nucleo storico emergono le dimore patrizie contrassegnate dagli stemmi delle famiglie di mercanti che le fecero costruire.


Casa Carli

All’ingresso dell’abitato vi è la casa Carli, massiccio edificio a quattro piani appartenuto a Carlo Carli, fondatore di un negozio di cambio ad Augusta. Poco oltre vi è il palazzo della famiglia Mainoni, preceduto da un portale con lo stemma araldico, e quindi il palazzo di Domenico Maria Carli, vasto fabbricato a pianta rettangolare con giardino.


Casa Mainoni

Altre architetture interessanti sono la casa di Bernardo Carli, mercante ad Amsterdam, che conserva al suo interno dipinti con vedute della città olandese, e il palazzo dei Brentano Semenza, famiglia di mercanti attivi a Strasburgo.
Al limite meridionale dell’abitato, lungo la via che sale dal lago, sorge la chiesa dei Santi Pietro e Paolo, oratorio di piccole dimensioni costruito nella seconda metà del Seicento, che conserva alcune pregevoli tele del pittore Carlo Innocenzo Carloni.


Chiesa di Santi Pietro e Paolo

Notizie storiche
Le antiche origini dell’insediamento di Tremezzo sono documentate dal rinvenimento di alcuni massi coppelliformi, massi erratici o rocce affioranti sulla cui superficie sono scavate piccole buche circolari, e di tombe romane a inumazione.


Vie del borgo

Nel Medioevo questo territorio era probabilmente inserito nel sistema difensivo dell’Isola Comacina e fu coinvolto nella guerra decennale che oppose Milano e Como.
Dal 1335 il comune di Tremezzo apparteneva alla pieve di Lenno e nel 1647 evitò l’infeudazione pagando alla Regia Camera una cifra stimata su una popolazione complessiva di 900 abitanti. Lo sviluppo edilizio del borgo di Volesio registrò un particolare impulso nella seconda metà del Seicento con l’edificazione di alcuni palazzi signorili appartenuti a famiglie di mercanti che fecero fortuna nei paesi d’Oltralpe.


Passaggio coperto

In seguito Tremezzo fu interessato dall’ampia diffusione delle residenze di villeggiatura prima fra tutte la celebre Villa Carlotta costruita alla fine del Seicento su iniziativa del marchese Giorgio Clerici.

L’amenità dei luoghi e la presenza di splendide dimore favorirono lo sviluppo turistico dell’area della Tremezzina nell’Ottocento e la nascita dei grandi alberghi ubicati lungo la riva del lago.
Dal 1928 al 1947 il territorio di Tremezzo fu unito a Lenno e Mezzegra per formare il comune di Tremezzina e ritornò autonomo al termine della seconda Guerra Mondiale

Il testo è tratto da BellaLombardia. L’app è disponibile per dispositivi con sistema operativo Android e iOS ed è scaricabile gratuitamente da Google play e App Store

Vedi anche Le ville: tesori di arte e natura sul lago di Como

Tag:

Pubblicato: 5 febbraio 2019 [cm]

Menu

Archivi

Meta