Archivio Storico Comunale, Vigevano (PV)

Tipologia: archivio
Indirizzo: Via Merula, 40 - Vigevano (PV)
Ente proprietario: Comune di Vigevano
Sito web

L'Archivio Storico Comunale di Vigevano conserva diversi archivi storici fra cui la parte antica dell'archivio del Comune di Vigevano e l'Archivio storico dell'Ospedale Civile e delle opere pie annesse.


Profilo storico

L'Archivio Storico Comunale conserva l'archivio del Comune di Vigevano, che risale almeno al XIII secolo, e ha sempre seguito gli spostamenti della sede del comune (dalla piazza principale, ora Piazza Ducale, all'attuale sede presso il palazzo dell'ex Ospedale), fino al 2003, quando viene trasferito a Palazzo Merula. Oltre all'archivio comunale conserva fondi archivistici e librari pubblici e privati.
L'Archivio è aperto al pubblico dal 1977. Nel 1992 è stato riconosciuto di particolare importanza dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali.


Patrimonio

L'Archivio Storico Comunale conserva raccolte documentarie, bibliografiche e iconografiche.

Raccolte documentarie

I principali fondi presenti sono:

  • Archivio storico del Comune, suddiviso in tre sezioni: parte antica (1227-1848, riordinata a metà Ottocento secondo il sistema peroniano per materie), parte di mezzo o di transizione (1848-1865), parte moderna (1865-1950, suddiviso in Carteggio e Serie particolari);
  • Censimenti e catasti antico e moderno (secc. XV-XIX);
  • 16 archivi aggregati, cioè fondi di enti vari amministrati dal comune, fra cui: Pio Istituto dei Poveri; Congregazioni di Carità; ECA (Ente comunale di assistenza); OMNI (Opera Nazionale Maternità e Infanzia); Commissione Teatrale; Patronato liberati dal carcere; Giudice conciliatore;
  • Archivio storico dell'Ospedale Civile e delle opere pie annesse (secc.XV-XIX), fra cui: Orfanotrofio Riberia; Orfanotrofio Merula; Monte di Pietà; Istituto poveri; Mercalli;
  • Congregazione di Carità (1765-1936);
  • CLN (1945-1946) con corrispondenza e pratiche relative al Comitato di Liberazione di Vigevano.

Raccolte bibliografiche

La biblioteca dell'archivio conta circa 2000 volumi, soprattutto di storia locale, oltre a: 140 tesi di laurea compilate utilizzando materiale dell'archivio storico; raccolte di Gazzette Ufficiali e Leggi e Decreti, periodici locali (Corriere di Vigevano 1925-1958, Nuova Vigevano 1924-1932, Informatore Vigevanese dal 1945, Araldo Lomellino dal 1914, Informatore Lomellino dal 1993), periodici storici (Gazzetta Piemontese, poi Gazzetta del Regno e ora Gazzetta Ufficiale: dal 1814 al 1962; Gazzetta della Divisione di Novara: dal 1857 al 1860; Iride Novarese dal 1838 al 1857; L'Agogna: 1855) e riviste amministrative (Rivista Amministrativa dal 1850 al 1978; Il Consiglio di Stato: dal 1953 al 1979; Nuova Rassegna: dal 1931 al 1993; Il Corriere Amministrativo: dal 1945 al 1994; Raccolta delle disposizioni ministeriali e prefettizie: dal 1865 al 1976).
L'Archivio possiede anche fondi librari antichi o privati (alcuni arrivati insieme ad archivi):

  • Fondo antico Roncalli (3000 volumi dal XV al XIX secolo);
  • Fondo Rossi Canè (biblioteca dello storico e linguista Luigi Rossi Canè);
  • Fondo Franchini (carte e volumi di Francesco Franchini, esponente socialista);
  • Fondo Bonacossa.

Raccolte iconografiche

Del materiale conservato in Archivio fanno parte anche:

  • 43 mappe della città e del territorio e progetti di opere pubbliche del XVIII-XIX secolo;
  • raccolta di cartoline storiche e di fotografie della città (Frammenti del Passato: 8 voll.; Raccolta Generale: 22 voll.).

Sede

Palazzo Merula

Il Palazzo Merula, restaurato tra 1996 e 2002, già sede del monastero della Madonna Assunta (dal XVI-XVII secolo al 1805, anno in cui fu soppresso) e poi dell'Orfanotrofio Merula (dal 1809 al 1960), ospita dal 2003 l'Archivio Storico Comunale e dal 2006 il Museo dell'imprenditoria vigevanese.


Collegamenti

 


Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2014 [Claudia Corvi]

Elenco dei Luoghi della Cultura