C’era una volta la Chiesa di San Giovanni Decollato alle Case Rotte

“…Non ho mai potuto passare per la via case Rotte […] senza sentire il fascino che provoca quel breve tratto di via, racchiuso fra il grandioso fianco di palazzo Marino, la ex chiesa di San Giovanni Decollato e, nel fondo, la mole […] di San Fedele […] e penso che difficilmente potrebbe trovarsi a Milano un insieme di edifici di quel periodo fastoso di arte nostra altrettanto suggestivo…” F.Malaguzzi Valeri, 1906

Pecco, Milano – Piazza della Scala – Palazzo Marino – facciata, Fotocromia, 13×18, 1900-1906, Milano, Civico Archivio Fotografico. La chiesa di S. Giovanni Decollato alle Case Rotte è visibile sulla sinistra (link alla scheda di catalogo)

“Che sta a fare quella decrepita chiesuccia cadente, sperduta nel frastuono delle vie tumultuose, nella veste dismessa di pietre corrose, tra lo sfarzo petulante del cemento modellato e il lustrare dei falsi marmi […]? Via quell’inutile ingombro al cammino del progresso; via quel segno modesto di una fede tramontata; via quel testimone increscioso di un passato di arte senza ritorno. La vecchia carcassa non vale il terreno che usurpa. […] Strilleranno gli artisti, i poeti e qualche archeologo […]. Li assicureremo, se mai, che la loro chiesa sarà ricostruita altrove, pezzo per pezzo, precisa. Oppure ne fabbricheremo in cambio un’altra nuova, nel suburbio […]. Qui dov’era l’altare di Cristo, faremo il tempio moderno al vitello d’oro, l’edificio Bancario…”. P. Mezzanotte, 1925

 

 

Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2017 [cm]