Lombardia Beni Culturali
172

Cartula securitatis et promissionis

1200 marzo 5, monastero di S. Pietro in Monte.

Giacomo del fu Boniprando de Sirana, a nome proprio e di Martino suo fratello, promette ad Alberto <de Cenatho> , abate del monastero di S. Pietro in Monte, di risarcirlo di ogni danno che potrÓ venire al monastero sul districtus e sulla decima del sedime da essi tenuto, ponendosi Bellotto de Kerpegno quale fideiussore nei confronti dell'abate a proposito di eventuali controversie che potranno sorgere tra quest'ultimo e i figli di Lecazappa intorno ai diritti monastici sul predetto sedime.

Originale, ASVat, FV, I, 2768 (SPM, 167) [A]. Nel verso, di mano coeva: De S[irana [...]] (non Ŕ possibile determinare l'estensione della lacuna); annotazione, forse medievale, non leggibile neppure con la luce di Wood; altre annotazioni tarde, tra cui segnatura del sec. XVI: 14, 1200 5 martii.

Cf. MENANT, Campagnes, p. 135 (nota 371).

La pergamena, in discreto stato di conservazione, presenta soltanto modeste rosicature nel margine esterno. Rigatura a secco.
Circa il contenuto cf. docc. 167, 171.

(SN) In Cristi nomine. Die dominico .V. intrante mense marcii. | In camara d(omi)ni Alberti, Dei gr(ati)a monasterii Sancti Petri | in Monte abatis. Presentibus d(omi)no Iohanne, priore eiusdem monaster(ii)| et Vitale Gazoli et Morunto de Carpegno testibus rogatis, | Iacobus, filius condam Boniprandi, de Sirana, per se et per Martinum suum | fratrem, ibi incontinenti (a) fecit securitatem et per stipulacionem promisit | ia(m)dicto d(omi)no abati resarcire ei omne da(n)num et disspendium in quod ve|niret deinde de destricto et decima tocius sediminis ipsorum filiorum | Boniprandi, sub pena centum s(olidorum) inperial(ium). Unde Bellottus de Kerpegno | exstitit fideiussor et debitor pro ipsis (b) filiis Boniprandi, ita ut | si placitum inde oriatur de illo disstricto et decime inter d(omi)num | abatem et filios Lecazappe vel contra alteram personam. Actum est hoc | mill(es)imo .CC., indictione .III.
Ego Ioh(anne)s d(omi)ni Henrici inperatoris (1) notarius rogatus hanc cartulam scripsi.


(a) A inc(on)tineti.
(b) A ip(s)i.

(1) Enrico VI.

Edizione a cura di Ezio Barbieri ed Ettore Cau
Codifica a cura di Gianmarco Cossandi

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS