La sezione Biblioteca digitale lombarda

La sezione BDL Biblioteca digitale lombarda del portale Lombardia Beni Culturali nasce con lo scopo di mettere a disposizione un primo nucleo di fondi documentari digitalizzati e liberamente fruibili, inerenti territorio, storia e arte della Lombardia, posseduti da biblioteche e archivi lombardi.

Le collezioni documentarie che si pubblicano sono l’esito del progetto sperimentale BDL promosso da Regione Lombardia alla fine del 2009 e ora in fase di conclusione. Il progetto ha visto la collaborazione dell’Università degli Studi di Pavia – Dipartimento di Scienze storiche e geografiche “C. M. Cipolla”. Sono state coinvolte più realtà – la Biblioteca civica A. Mai (Bergamo), la Biblioteca civica Ricottiana (Voghera), la Biblioteca civica di Monza e la Rete bibliotecaria della provincia di Brescia – ciascuna delle quali ha individuato un insieme di documenti di particolare rilievo (per rarità e pregio, criticità dello stato di conservazione che limita l’utilizzo dell’originale, importanza ai fini della ricerca storica) da sottoporre alla digitalizzazione e ha utilizzato – in via sperimentale – l’applicativo Dolly, realizzato sempre nell’ambito del progetto BDL.

Un gruppo di lavoro coordinato dal prof. Paul Gabriele Weston (Università degli Studi di Pavia), formato da bibliotecari degli istituti coinvolti, ricercatori dell’Università e funzionari regionali, ha seguito la realizzazione e la verifica dei prodotti. Sono stati elaborati due documenti (Linee guida e Tutorial) che fungono da utile supporto agli istituti interessati a predisporre e presentare proposte di digitalizzazione, fornendo indicazioni metodologiche, descrizione di buone pratiche e standard di riferimento per le scelte di carattere tecnico.

Più recentemente (2011), sono stati finanziati da Regione Lombardia ai sensi della l.r. 81/85 alcuni progetti di digitalizzazione e altri lo saranno nel 2012; prossimamente nella sezione BDL saranno dunque pubblicate nuove collezioni documentarie.

Documenti