comune di Cino sec. XIV - 1797

Comune del terziere inferiore della valtellina, e della squadra di Traona, appartenne alla pieve di Olonio.
Il toponimo appare citato in un atto di vendita dell’864 fatta dal franco Goteprando, vassallo imperiale, nella forma “Cexini” (ASMi, Museo Dipl. reg. II n. 99 e n. 113) (Orsini 1959 a; Fattarelli 1986).
Nel 1335 (statuti di Como 1335), compreso nella pieve di Olonio, figurava come “comune loci de Zizino”.
Il comune di Cino partecip˛ con un proprio rappresentante alle adunanze delle comunitÓ della giurisdizione di Morbegno nel 1363 (Fattarelli 1986).
La parrocchia, di patronato comunale, si resa autonoma dalla plebana di Olonio nel 1417 (Visita Ninguarda 1589-1593).
La comunitÓ di Cino nel 1589 contava circa 100 fuochi (Visita Ninguarda 1589-1593), nel 1624 509 abitanti (Perotti 1992 a), nel 1797, infine, 459 abitanti (Massera 1991 a).

ultima modifica: 09/01/2007

[ Saverio Almini ]