comune di Valdimania sec. XIII - sec. XV

Il comune Ŕ citato a metÓ Duecento in un atto che testimonia la costruzione di un ponte sul Brembo presso Almenno (Brolis 1988). A quel periodo risalgono anche altri importanti atti che testimoniano l’esistenza del comune, che si estendeva probabilmente su tutta la valle Imagna (soluzione, 1253 e sentenza, 1254). Nel 1331 faceva capo alla “facta” di Porta Sant’Alessandro (Statuto di Bergamo 1331). Nell’ottobre 1443 Ŕ citato ancora un “sindico et procuratore Vallis Imaniae”. Nel giugno 1456 vennero stabiliti i confini fra il “territorium de valle Imania alta a territorio de Valdimania bassa”. Risultavano presenti i consoli di dieci comunitÓ, mai esplicitamente definite tali: “omnes consules et vicinos de Valdimania alta”. L’estimazione generale del 1477 menziona le comunitÓ che anche in seguito formarono la valle Imagna finalmente separate (AC Bergamo, inventario Archidata).

ultima modifica: 19/02/2003

[ Fabio Luini, Cooperativa Archimedia - Bergamo ]