comune di Cremenaga 1757 - 1797

Cremenaga, localitÓ di frontiera della Valtravaglia, collocata lungo il confine svizzero, fece parte della pieve ecclesiastica di Agno e rientrava nell’ambito della parrocchia di Sessa. Una relazione del luglio del 1754 afferma che gli abitanti di Cremenaga si erano opposti ai delegati del censimento “sostenendo d’essere di dominio svizzero” (Relazione comunitÓ di Cremenaga, 1754). Probabilmente a causa di questa situazione di poco chiara collocazione amministrativa, dovuta all’inserimento della comunitÓ in una circoscrizione ecclesiastica svizzera, Cremenaga non appare nella documentazione precedente e non si sono reperite nella cartella relativa alla Valtravaglia le risposte di Cremenaga ai 45 quesiti della II giunta del censimento. Nel compartimento territoriale dello stato di Milano del 1757 il comune di Cremenaga fu invece compreso tra le comunitÓ che facevano parte della Valtravaglia (editto 10 giugno 1757).
Il comune fu inserito nel 1786 nella nuova provincia di Gallarate, con le altre localitÓ della pieve di Valtravaglia, a seguito del compartimento territoriale della Lombardia austriaca, che divise il territorio lombardo in otto province (editto 26 settembre 1786 c).
Nel 1791 i comuni della pieve di Valtravaglia risultavano inseriti nella provincia di Milano (Compartimento Lombardia, 1791).

ultima modifica: 10/12/2003

[ Claudia Morando, Archivio di Stato di Varese ]