monastero di San Paolo 1596 - 1785

Monastero femminile, che seguiva la regola di sant'Agostino.
Le origini del monastero risalgono al 1595, quando Clemente VIII deleg˛ con breve del 5 dicembre l'arcivescovo di Milano alla fondazione del monastero di San Paolo (Fondo di Religione, San Paolo, Monza). Il documento di erezione Ŕ del 21 marzo 1596, quando la pia casa della congregazione delle fanciulle dei Santi Paolo apostolo e Orsola vergine, istituita da Carlo Borromeo, fu trasformata in monastero di clausura perpetua, sotto la regola di sant'Agostino (Fondo di Religione, San Paolo, Monza). Le origini sono legate al nome di Simone Carcano, le cui figlie si erano ritirate in una casa presso la chiesa di Sant'Agata con altre donne, la cui unione era stata approvata da san Carlo e quindi nel dicembre del 1595 da Clemente VIII (Monastero delle angeliche 1901, pp. 23-24). Nel 1601 le religiose fecero professione solenne.
Il monastero fu soppresso il 23 marzo 1785, e tramutato in casa regia per ricovero di religiose secolarizzate (Monastero delle angeliche 1901, p. 24).

ultima modifica: 12/06/2006

[ Lavinia Parziale ]