parrocchia di Sant' Andrea apostolo sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Brescia.
La parrocchia di Sant'Andrea apostolo in Maderno risulta attestata il 12 agosto 1542, anno a partire dal quale si possiedono le nomine dei parroci. In tale data avviene la collazione del beneficio parrocchiale a favore di Camillo "de Lancenis", nominato successore di Ludovico "de Lancenis", rinunciatario all'incarico (ACVBs, Atti parrocchiali, Maderno).
Nel 1702, durante la visita pastorale del vescovo Marco Dolfin alla diocesi di Brescia, il clero era complessivamente costituito dal parroco e da tredici religiosi tra sacerdoti e chierici. Il numero delle anime era di 650, di cui 435 comunicati; la dottrina cristiana era frequentata. Nella chiesa parrocchiale di Sant'Andrea apostolo si trovavano i seguenti altari: maggiore; della Madonna del Rosario; di Sant'Ercolano vescovo; di Santa Caterina vergine e martire; di San Lorenzo, di proprietÓ Lancetta; di San Carlo Borromeo; della scuola del Santissimo Sacramento; vi erano inoltre erette le scuole del Santissimo Sacramento, del Rosario e della Dottrina Cristiana. Nel territorio parrocchiale esistevano l'oratorio di San Bartolomeo apostolo, di proprietÓ PodestÓ, e le due chiese di San Pietro martire e dei Santi Faustino e Giovita, in Monte Maderno (Visita Dolfin, 69, Lago di Garda, ff. 117r-121r).
In seguito alla promulgazione del "Direttorio diocesano per le zone pastorali", riguardante la revisione territoriale della diocesi e attuato nel 1989 con decreto vescovile (decreto 14 aprile 1989), la parrocchia di Sant'Andrea apostolo in Maderno Ŕ stata attribuita alla zona pastorale XVI - Garda.

ultima modifica: 10/01/2005

[ Elena Mazzetti ]