comune di Arcellasco 1757 - 1797

Nel nuovo compartimento territoriale dello Stato di Milano (editto 10 giugno 1757), pubblicato dopo la “Riforma al governo e amministrazione delle comunitÓ dello stato di Milano” (editto 30 dicembre 1755), il comune di Arcellasco con Torricella, Carpesino, Brugora e Cassina Torchiera venne inserito tra le comunitÓ della pieve di Incino, nel territorio del ducato di Milano.
Nel 1771 il comune contava 789 abitanti (Statistica anime Lombardia, 1771).
Nel 1777, a seguito della morte senza discendenza del marchese Francesco Carpani, il comune torn˛ nelle disponibilitÓ del regio Demanio (Casanova 1904).
Solo con la successiva suddivisione della Lombardia austriaca in province (editto 26 settembre 1786 c), il comune di Arcellasco con Torricella, Carpesino, Brugora e Cassina Torchiera, sempre collocato nella pieve d’Incino, venne inserito nella Provincia di Como.
In forza del nuovo compartimento territoriale per l’anno 1791, la pieve di Incino, di cui faceva parte il comune di Arcellasco, venne inclusa nel VII distretto censuario della provincia di Milano (Compartimento Lombardia, 1791).

ultima modifica: 03/04/2006

[ Domenico Quartieri ]