cantone VI di Pieve d'Olmi 1805 - 1815

Secondo il decreto datato 8 giugno 1805 il cantone VI del distretto I di Cremona del dipartimento dell’Alto Po aveva come capoluogo Pieve d’Olmi e comprendeva i seguenti comuni: Bonemerse, C de’ Stavoli, Carettolo, Fontana, Forcello, Gerre de’ Caprioli, Gerre del Pesce, Isola de’ Pescaroli, Longardore, Pieve d’Olmi, Porto con Sommo, Pugnolo, San Daniele, San Fiorano, Santa Margharita, San Salvatore, Sospiro, Stagno Pagliaro, Straconcolo, Tidolo, Branciere, Polesine con Gibello, Stagno Pallavicino, Alfeo, C de’ Corti, Casalorzo Boldori, Casalorzo Geroldi, Casa nova d’Offredi, Cella, Cingia de’ Botti, Derovere, Dosso de’ Frati, Motta Baluffi, San Lorenzo Mondinari, Solarola Monasterola (cos), Solarolo Paganino, Vediceto (decreto 8 giugno 1805 a).
In base al compartimento entrato in vigore dal 1 gennaio 1810, pubblicato in seguito alle concentrazioni dei comuni avvenute in attuazione del decreto 14 luglio 1807 il cantone VI di Pieve d’Olmi del distretto I di Cremona del dipartimento dell’Alto Po era costituito dai seguenti comuni: San Daniele, Pieve d’Olmi, Straconcolo, Motta Baluffi, Cingia dei Botti, Pugnolo, Sospiro e aveva una popolazione complessiva di 11082 abitanti (decreto 14 luglio 1807; decreto 4 novembre 1809).

ultima modifica: 12/01/2007

[ Valeria Leoni ]