parrocchia dell'Assunzione della Beata Vergine Maria sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Lodi.
La prima attestazione di un insediamento religioso a Castiglione d’Adda risale al secolo XII, quando nel 1126, in una convenzione tra il vescovo di Lodi Arderico e i custodi del castello di Castiglione, fu citata la chiesa di Santa Maria (CDLaudense 1879-1885, I, 86). Nella chiesa di Santa Maria nel 1237 fu eletto l’abate del monastero di San Vito di Castiglione (CDLaudense 1879-1885, II, 323). La chiesa di Santa Maria fu tra le istituzioni ecclesiastiche lodigiane tassate dal papato nella “talia” del 1261, dove figurava compresa nella pieve di Cavenago d’Adda (CDLaudense 1879-1885, II, 354). Nel secolo XV furono eretti a Castiglione la chiesa dell’Incoronata e l’oratorio di San Bernardino (Agnelli 1917 a). Nel 1584 la chiesa Santa Maria Assunta di Castiglione fu censita come parrocchia nel riordinamento della struttura territoriale ecclesiastica del Lodigiano seguita al Concilio di Trento (Chiese parrocchiali di Lodi 1584). Nel 1616 fu abbattuto l’oratorio della confraternita della Annunciazione di Maria Vergine e riedificato come chiesa dell’Annunciata, amministrata dall’omonima confraternita soppressa nel 1786 e ricostituita nel 1805 (Ghizzoni 1890). La parrocchia di Castiglione d’Adda nel 1619 figurava compresa nel vicariato di Casalpusterlengo ed era officiata da un rettore; vi erano state istituite le confraternite del Santissimo Sacramento, della Dottrina Cristiana, del Rosario, del Nome di Ges¨ e di San Geronimo; la parrocchia contava 2786 anime e comprendeva gli oratori di Santa Maria Incoronata, della Beata Vergine Annunciata, di Santa Maria del Voto, di San Bernardino, di San Bovo, il Monte di PietÓ e una domus delle Orsoline (Descriptio 1619). Nel 1622 in San Bernardino si insediarono i frati Eremitani di Sant’Agostino, il cui convento fu soppresso nel 1655; nel 1683 fu istituito un collegio di monache Orsoline con annessa chiesa conventuale di San Giuseppe e Sant’Orsola; la comunitÓ di Orsoline fu soppressa nel 1811 (Ghizzoni 1890). Nel 1690 la parrocchia contava 1810 anime e, oltre a quelli giÓ citati, vi era stato eretto l’oratorio di San Giovanni; Castiglione era divenuto sede di vicariato (Descriptio 1690). Nel 1711 nella chiesa di San Bernardino fu eretta la confraternita della Morte e Orazione, soppressa nel 1805; nel 1742 fu eretto a Castiglione un convento di Cappuccine, soppresso nel 1782 (Ghizzoni 1890). Secondo la nota specifica delle esenzioni prediali a favore delle parrocchie dello Stato di Milano, la parrocchia di Castiglione d’Adda possedeva fondi per pertiche 269.19; il numero delle anime, conteggiato tra Pasqua del 1779 e quella del 1780, era di 3240 (Nota parrocchie Stato di Milano, 1781). Nel 1786 Castiglione d’Adda era sede di vicariato; il diritto di nomina del prevosto spettava al vescovo; la parrocchia contava 3667 anime (Parrocchie 1786). Castiglione d’Adda nel 1859 era sede di vicariato; la parrocchia contava 5050 anime e comprendeva le chiese della Beata Vergine Annunciata e della Beata Vergine Incoronata, e gli oratori di San Bernardino, Visitazione di Maria Vergine e Santa Elisabetta, Santi Giovanni Battista e Ambrogio, NativitÓ di Maria Vergine e Sant’Antonio (Stato del clero 1859). Nel 1910 il numero delle anime ammontava a 5380; Castiglione d’Adda era ancora sede di vicariato (Parrocchie 1910). La parrocchia di Castiglione d’Adda nel 1989 era compresa nel vicariato di Casalpusterlengo (Guida diocesi Lodi 1987; Guida diocesi Lodi 1990).

ultima modifica: 12/01/2007

[ Piero Majocchi ]