parrocchia di San Martino vescovo sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Lodi.
La prima attestazione di un insediamento religioso a Livraga risale al secolo XII, quando nel 1174 in un elenco dei redditi e dei possessi del vescovo di Lodi Alberico II, fu citata la chiesa di San Martino (CDLaudense 1879-1885, II, 64). La chiesa di Livraga fu tra le istituzioni ecclesiastiche lodigiane tassate dal papato nella “talia” del 1261, dove figurava sottoposta alla giurisdizione della pieve di Orio Litta (CDLaudense 1879-1885, II, 354). Al 24 novembre 1484 e all’11 novembre 1514 risalgono due nomine di rettori della chiesa di San Martino (Agnelli 1917 a). La chiesa di San Martino di Livraga fu censita come parrocchia con il titolo di rettoria e la dedicazione a San Bassiano nel riordinamento della struttura territoriale ecclesiastica del Lodigiano seguita al Concilio di Trento (Chiese parrocchiali di Lodi 1584). Nel 1584 fu censita come chiesa sussidiaria della parrocchiale la chiesa di San Bassiano, dove era stata istituita la confraternita della Santissima TrinitÓ, soppressa il 19 aprile 1786 (Chiesa di San Bassiano 1998; Bassi 1990). La parrocchia di Livraga nel 1619 era tornata all’antica denominazione di San Martino e figurava compresa nel vicariato di San Colombano al Lambro e era officiata da un rettore; nella parrocchia erano state istituite le confraternite del Santissimo Sacramento, della Dottrina Cristiana, del Rosario e del Nome di Dio; la parrocchia contava 1647 anime e comprendeva gli oratori di San Giorgio, San Bassiano, sede della confraternita della Santissima TrinitÓ, e San Lazzaro (Descriptio 1619). Nel 1690 la parrocchia contava 1600 anime ed era passata nel vicariato di Borghetto Lodigiano (Descriptio 1690). Alla fine del secolo XVII furono eretti gli oratori dell’Assunzione di Maria Santissima in localitÓ Pantigliate e di San Lorenzo in localitÓ Ca’ de Mazzi (Bassi 1990). Secondo la nota specifica delle esenzioni prediali a favore delle parrocchie dello Stato di Milano, la parrocchia di Livraga possedeva fondi per pertiche 220.5; il numero delle anime, conteggiato tra Pasqua del 1779 e quella del 1780, era di 2548 (Nota parrocchie Stato di Milano, 1781). Nel 1786 Livraga era compresa nel vicariato di Borghetto Lodigiano; il diritto di nomina del prevosto spettava al vescovo; il numero delle anime ammontava a 2685 (Parrocchie 1786). La parrocchia nel 1859 apparteneva al vicariato di Brembio; contava 2885 anime e comprendeva gli oratori di San Bassiano, Santa Croce, Beata Vergine Assunta, San Lorenzo, Immacolata Concezione di Maria Vergine e San Giorgio (Stato del clero 1859). Nel 1910 contava 4000 anime ed era compresa nel vicariato di Brembio (Parrocchie 1910). La parrocchia di Livraga nel 1989 era compresa nel vicariato di Casalpusterlengo (Guida diocesi Lodi 1987; Guida diocesi Lodi 1990).

ultima modifica: 10/01/2005

[ Piero Majocchi ]