parrocchia di San Giorgio martire sec. XVI - sec. XVIII

Parrocchia della diocesi di Mantova. E' menzionata nella visita pastorale effettuata dal cardinale Ercole Gonzaga, vescovo di Mantova, sia nell'anno 1535 che nell'anno 1553. La parrocchia fu sempre di libera collazione, con un parroco nominato dal vescovo di Mantova. Nel secolo XVI risulta officiata da un rettore. L’entrata annua del rettore nel 1553 Ŕ di 68 ducati (Putelli 1934).
Nel Seicento Ŕ segnalata l'esistenza delle societÓ del Santissimo Sacramento e del Rosario. Nello stesso periodo nel territorio della parrocchia Ŕ presente la chiesa semplice di Santa Speciosa fuori e presso le mura del borgo di San Giorgio (Visita Cattaneo 1676).
Nel 1793, pur risultando sede della vicaria I, intitolata a San Giorgio, la parrocchia omonima non Ŕ elencata tra quelle allora esistente (Parrocchie forensi diocesi di Mantova, 1793).
Nel 1808 il borgo di San Giorgio venne abbattuto per esigenze militari.

ultima modifica: 03/03/2004

[ E. Lucca, Cooperativa Charta - Mantova ]