parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo apostoli sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Mantova. Nel 1610, data della prima notizia relativa alla divisione della diocesi mantovana in vicariati, la parrocchia Ŕ inclusa nel vicariato di Sustinente (Constitutiones 1610), dove rimane fino al 1793 (Parrocchie forensi diocesi di Mantova, 1793); a partire da metÓ Ottocento Ŕ compresa in quella di Ostiglia (Prospetto diocesi Mantova 1843; Stato clero diocesi di Mantova 1894; Visita Origo 1901).
Con la ristrutturazione di tutti i vicariati diocesani nel 1967 la parrocchia Ŕ inserita nel vicariato n. 8 "Madonna della Comuna" (RDMn 1967; Annuario diocesi Mantova 1985).
E' menzionata nella visita pastorale del cardinale Ercole Gonzaga, vescovo di Mantova, nell'anno 1544 (Putelli 1934).
La parrocchia fu sempre di libera collazione, con un parroco nominato dal vescovo di Mantova.
Fin dal secolo XVI risulta officiata da un unico rettore, mentre nel 1985 la parrocchia Ŕ retta dal parroco, coadiuvato da un collaboratore parrocchiale (Annuario diocesi Mantova 1985).
L’entrata annua nel 1544 Ŕ di 30 ducati in 30 biolche di terra e di 8 ducati in livelli (Putelli 1934).
L'entrata netta della parrocchia nel 1793 Ŕ di 2019 lire (Parrocchie forensi diocesi di Mantova, 1793).
La parrocchia, nel XVI secolo, risulta avere 240 anime da comunione (Putelli 1934); la popolazione ammonta a 650 abitanti nel secolo XVIII (Parrocchie forensi diocesi di Mantova, 1793) ed all’inizio del Novecento conta persone 900 (Visita Origo 1901). Nel 1985 la parrocchia comprende 1010 abitanti (Annuario diocesi Mantova 1985).
A metÓ secolo XVII si ha notizia dell’esistenza delle confraternite del Santissimo Sacramento e del Beata Vergine del Carmelo (Visita Cattaneo 1676), mentre ad inizio Novecento Ŕ testimoniata solo la confraternita del Santissimo Sacramento. All’inizio del secolo XX comprende le frazioni di Torriana, Cardinala e Caselle (Visita Origo 1901).
Nel territorio parrocchiale si trovavano a metÓ Seicento l’oratorio di San Bernardo abate, costruito nel 1674 circa nella corte Orizaria detta "la Cardinala", l’oratorio pubblico della NativitÓ della Beata Vergine e di San Luigi in localitÓ Mantovana, edificato dal marchese Giovanni Luigi Gonzaga vicino al suo palazzo e consacrato dal vescovo Masseo Vitali (Visita Cattaneo 1676).
Ad inizio Novecento si fa menzione solo dell’oratorio di San Giovanni Battista alla corte Torriana, di appartenenza delle famiglie Pongiluppi e Omboni (Visita Origo 1901).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Giuliano Annibaletti, Cooperativa Charta - Mantova ]