vicariato di Binasco sec. XVI - 1757

“Fuori di Porta Ticinese, una delle sei porte principali, qual riguarda verso l’Occidente” era posto il vicariato di Binasco “discosto milia 10” (Cavazzi della Somaglia 1656).
Negli estimi del ducato di Milano del 1558 e nei successivi aggiornamenti del XVII secolo risulta che il vicariato di Binasco comprendeva le localitÓ di Badile, Basilio, Bettola di Calvignasco, Bettola de Campomorto, Bettolino, Bettola San Salvatore, Bettolino, Bibiano, Binasco, Birolo, Calvignasco, Campo Morto, Cantalovo, Casadico, Casarilo, Casorate, Cassina Bianca, Cassina Cavasana, Cassina Crosina, Cassina Decimo, Cassina Linosa, Cassina Scaccabarozzi, Casirago, Castel Lambro, Cavagnera, Cicognolo, Colombara, Concorezzo, Coriasco, Fremego, Grandetta, Guignano, Lachiarella, Magnalupo, Mandrino, Mandrogno, Mentirago, Merlate, Mettone, Moirago, Moncucco, Mote Rosio, Motta Visconti, Pelucca, Pestirago, Pioltino, Porchera, Romano, San Pietro Cusico, Santo Novo, San Vitale, Siziano, Torrazza, Toirretta, Vairano, Vernate, Vico Maggiore, Vidigulfo, Zavagnasco, Zibido San Giacomo, Zibido sopra il Lambro (Estimo di Carlo V, Ducato di Milano, cart. 4 e 5).
Dal “Compartimento territoriale specificante le cassine” del 1751 emerge che il vicariato comprendeva i comuni di Badile, Basiglio, Bettola di Calvignasco, Bettola di Campo Morto, Bettola San Salvatore, Binasco, Birolo, Bosco con Torretta, Bubbiano, Calvignasco, Campo Morto, Cantalupo, Casatico, Casarile, Casirate, Casiglio, Cassina Bazzana, Cassina Bianca, Cassina Colombara, Cassina Valmischia, Castel Lambro, Cavagnera, Chiarella, Gnignano, Granzetta, Fremegr˛, Lacchiarella, Logura, Logurietta, Mandrino, Mandrugno, Mangialupo, Merlate, Mettone, Moirago, Moncucco, Monterosso, Morivione, Motta Visconti, Pasturago, Pelucca, Pioltino, Ponte Longo, Porcara, Romano Paltano, Rubiano, San Giacomo Zibido, San Novo, San Pietro Cusico, San Vitale, Siziano, Tavernasco, Torretta, Vairano, Vernate, Viano, Vidigulfo, Vigonzino, Villa Maggiore, Zavanasco, Zibido al Lambro, Zibido San Giacomo (Compartimento Ducato di Milano, 1751).
L’“Indice delle Pievi e ComunitÓ dello Stato di Milano” del 1753, delinea invece chiaramente la politica di aggregazione di comuni che venne ufficializzata quattro anni pi¨ tardi dall’editto teresiano del 10 giugno 1757 per il comparto territoriale dello stato milanese. Secondo tale indice il numero dei comuni che componevano il vicariato veniva ridotto da 58 a 41: Cassina Pelucca veniva aggregata a Badile, Longura e Longuriella a Bazzana, Bettola San Salvatore, Bettola di Calvignasco e Torretta a Calvignasco, Casatico e San Vitale a Campo Morto, Siziano a Gransetta, Femegro a Mandrugno, Cassina Valmischia a Moncucco, Monterosso a Pasturago, Bosco e Torretta a San Pietro Casico, Casiglio e San Giacomo Zibido a Zibido San Giacomo(Indice pievi Stato di Milano, 1753).
In seguito Motta Visconti veniva trasferita nella pieve di Corbetta e, con dispaccio 27 gennaio 1756, Ponte Longo era unito al comune di Vidigulfo; e ancora Basiglio e Romano Paltano venivano definitivamente aggregati alla pieve di Locate rispettivamente con i decreti 5 febbraio 1757 e 17 luglio 1756 (Indice nuovo estimo Stato di Milano).

ultima modifica: 10/12/2003

[ Cooperativa Archivistica e Bibliotecaria - Milano ]