Sei in: HomeIstituzioni storiche


pieve della Beata Vergine Assuntasec. XI - 1930

Pieve della diocesi di Milano. Della chiesa di Santa Maria di Bruzzano si ha notizia per la prima volta in un documento del 1011. La pieve dovrebbe essere costituita giÓ nell’XI secolo; alla fine del XIII secolo l’autore del Liber notitiae sanctorum Mediolani attribuiva al territorio della pieve di Bruzzano le chiese di Sant’Agata, Sant’Andrea di Bruzzano; San Clemente, Santa Giustina, Santa Maria, San Pietro, San Severo di Affori; San Nazaro di Bresso; Santo Stefano, San Vincenzo di Brusuglio; San Damiano di Cassina Massatti; Sant’Ambrogio, San Giacomo, San Paolo, San Salvatore di Cormano; San Nicolao di Dergano; San Germano, San Martino di Niguarda; Santa Maria, San Michele di Precotto; San Dionigi di Pratocentenaro, San Quirico di Pubiga (Liber notitiae). Il collegio canonicale, formatosi verso il XII secolo, nel 1398 (Notitia cleri 1398) numerava il prevosto e sei canonici (ridotti a uno nel XVI secolo); a quella stessa epoca, la pieve comprendeva le sei capelle di Affori, Bresso, Brusuglio, Cormano, Niguarda, Pratocentenaro. Tra XVI e XVIII secolo la pieve di Santa Maria Ŕ costantemente ricordata negli atti delle visite pastorali compiute dagli arcivescovi e dai delegati arcivescovili nella diocesi di Milano. Comprendeva, oltre alla chiesa plebana, le parrocchie di Affori, Bresso, Brusuglio, Cormano, Crescenzago, Dergano (giÓ esistente nel 1484), Greco Milanese, Niguarda, Pratocentenaro (1618), Turro, Precotto (1596), dalla seconda metÓ del XVI secolo riunite nell’omonimo vicariato, estinto con decreto 15 febbraio 1930; le parrocchie comprese entro i confini dei comuni aggregati nel 1923 al comune di Milano ((Bruzzano, Affori, Crescenzago, Dergano, Graco Milanese, Niguarda, Pratocentenaro, Turro, Precotto) vennero attribuite alle porte cittadine; le parrocchie di Bresso, Brusuglio, Cormano, unitamente a quella di Cusano e alla delegazione arcivescovile di Milanino, furono riunite a formare il nuovo decanato di Bresso (DCA, Bruzzano).

ultima modifica: 04/01/2007

[ Saverio Almini ]

Link risorsa: http://www.lombardiabeniculturali.it/istituzioni/schede/8110051/