vicariato foraneo di Arcisate sec. XVI - 1971

Il vicariato foraneo di Arcisate, sede plebana attestata giÓ nell'XI secolo, figura inserito in epoca post-tridentina nella regione III della diocesi di Milano; comprendeva le parrocchie della pieve. Con decreto 23 gennaio 1923, l’arcivescovo Eugenio Tosi stralci˛ le parrocchie di Ligurno e Cantello dal vicariato di Arcisate, e le uný al nuovo vicariato foraneo di Malnate, inserito nella regione forense III (decreto 23 gennaio 1923) (Fondo Avvocatura della Curia arcivescovile di Milano, Malnate). Il vicariato foraneo di Arcisate cess˛ di esistere solo con la revisione della struttura territoriale della diocesi di Milano attuata tra 1971 e 1972 (decreto 11 marzo 1971, RDMi 1971; Sinodo Colombo 1972, cost. 326); incluso nell’elenco dei nuovi vicariati foranei in base al decreto 11 marzo 1971, le parrocchie che ne facevano parte andarono a costituire, nel 1971, il nuovo vicariato foraneo e, dal 1972, il decanato di Arcisate, nella zona pastorale II di Varese.

ultima modifica: 04/01/2007

[ Saverio Almini ]