pieve di San Martino e Santa Maria Assunta sec. XVI - 1971

Pieve della diocesi di Milano. Attestata alla fine del XVI secolo, la chiesa di San Martino di Treviglio era stata elevata a sede vicariale da San Carlo giÓ nel 1577, quando Pontirolo perse il suo primato di sede plebana e venne smembrata in tre vicariati foranei (Visite Pastorali, pieve di Treviglio, vol. 21). Negli atti della visita pastorale compiuta dall’arcivescovo Andrea Carlo Ferrari nella pieve di Treviglio nel 1899 figuravano le parrocchie di Treviglio, Canonica d’Adda, Castel Rozzone, Fara Gera d’Adda, Pontirolo Nuovo (Visita Ferrari, I, Pieve di Treviglio).
La pieve di San Martino di Treviglio Ŕ sempre stata inclusa nella regione VI, fino ai decreti arcivescovili che hanno rivisto la struttura territoriale della diocesi, in seguito ai quali le parrocchie che ne avevano fatto parte furono attribuite al decanato di Treviglio.
Nelle parrocchie della pieve era in uso il rito romano.

ultima modifica: 04/01/2007

[ Federica Biava ]