parrocchia di San Fruttuoso 1578 - [1989]

Parrocchia della diocesi di Milano. La sua fondazione risale al 1578 (Palestra 1984), con la dedicazione a San Rocco in Monza o in localitÓ Cassina Bovari. Nella serie degli annuari della diocesi la parrocchia figura con tale intitolazione fino al 1950; dal 1951 al 1959 assume la dedicazione ai Santi Rocco e Fruttuoso e dal 1960 a San Fruttuoso.
Dal XVI al XVIII secolo la parrocchia di San Rocco in Cassina Bovari, a cui era preposto il vicario foraneo di Monza, Ŕ costantemente ricordata negli atti delle visite pastorali compiute dagli arcivescovi e delegati arcivescovili di Milano nella pieve di Monza, inserita nella regione IV della diocesi.
Nel 1763, durante la visita dell’arcivescovo Giuseppe Pozzobonelli nella pieve di Monza, il numero dei parrocchiani della chiesa parrocchiale di San Rocco in Cassina Bovari era di 428 di cui 309 comunicati. Entro i confini della parrocchia di San Rocco in Cassina Bovari esisteva l’oratorio di San Ulderico (Visita Pozzobonelli, Pieve di Monza).
Nel 1900, all’epoca della prima visita pastorale dell'arcivescovo Andrea Carlo Ferrari nella pieve di Monza, la rendita netta del beneficio parrocchiale assommava a lire 438.53. Entro i confini della parrocchia di San Rocco in Cascine Bovati esisteva l’oratorio di San Ulderico in Cascina Torneamento; si aveva la confraternita del Santissimo Sacramento. Il numero dei parrocchiani era di 2300 (Visita Ferrari, I, Pieve di Monza).
Tra XIX e XX secolo la parrocchia di San Fruttuoso di Monza Ŕ sempre stata compresa nella pieve di Monza e nel vicariato foraneo di Monza, nella regione IV, fino alla revisione della struttura territoriale della diocesi, attuata tra 1971 e 1972 (decreto 11 marzo 1971) (RDMi 1971) (Sinodo Colombo 1972, cost. 326), quando Ŕ stata attribuita al decanato di Monza nella zona pastorale V di Monza.
Nella parrocchia Ŕ in uso il rito romano.

ultima modifica: 04/01/2007

[ Marina Regina ]