parrocchia di Santa Maria Nascente e San Carlo 1867 - [1989]

Parrocchia della diocesi di Milano. Fu eretta con decreto 27 settembre 1867 (Fondo Investiture parroci, Monza, Maria Nascente e San Carlo, S.), con territorio stralciato dalla parrocchia di San Gerardo di Monza (Visita Ferrari, I, Pieve di Monza). La parrocchia sorgeva in localitÓ Cascina Bastoni a Sant’Albino di Monza.
Nel 1900, all’epoca della prima visita pastorale dell'arcivescovo Andrea Carlo Ferrari nella pieve di Monza, la rendita netta del beneficio parrocchiale assommava a lire 819.50, con l’esclusione di un beneficio coadiutorale. Entro i confini della parrocchia di Santa Maria Nascente e San Carlo esistevano gli oratori di Sant’Anna in San Damiano e dei Santi Carlo e Luigi; si aveva la confraternita del Santissimo Sacramento. Il numero dei parrocchiani era di 2000 (Visita Ferrari, I, Pieve di Monza).
Tra XIX e XX secolo la parrocchia di Santa Maria Nascente e San Carlo di Monza Ŕ sempre stata compresa nella pieve di Monza e nel vicariato foraneo di Monza, nella regione IV, fino alla revisione della struttura territoriale della diocesi, attuata tra 1971 e 1972 (decreto 11 marzo 1971) (RDMi 1971) (Sinodo Colombo 1972, cost. 326), quando Ŕ stata attribuita al decanato di Monza nella zona pastorale V di Monza.
Nella parrocchia Ŕ in uso il rito romano.

ultima modifica: 04/01/2007

[ Marina Regina ]