Registro n. 11 precedente | 1063 di 1770 | successivo

1063. Francesco Sforza al podestÓ di Sannazzaro 1453 marzo 15 Milano

Francesco Sforza ingiunge al podestÓ di Sannazzaro di osservare e far osservare l'esenzione dai carichi di cui gode Ambrogio Custodini, in opposizione a quello che il podestÓ vorrebbe imporgli derogando agli statuti, alla consuetudine e a quanto concessogli.

222v Potestati nostro Sancti Nazari.
╚ venuto da nui Ambrosio di Custudini di Sancto Nazaro dolendose de ti che, soto pretexto de nostre lettere honestissime et minime derogatorie ala sua exemptione, vogli astrenzerlo a pagare carichi contra deposatione di statuti, contra essa exemptione per nui concessa e contra il consueto. La qual cossa, non essendo nostra intentione, te comandemo et volemo observi al dicto supplicante la exemptione sua predicta et fati observare nel modo gli Ŕ stata observata da qui indreto, removendo ogni novitÓ gli fusse facta contra la forma d'essa exemptione, perchÚ non intendemo gli sia fato torto, considerata la graveza di fioli que premitur. Data Mediolani, xv martii 1453.