Registro n. 11 precedente | 127 di 1770 | successivo

127. Francesco Sforza al referendario di Cremona 1452 aprile 16 Milano

Francesco Sforza ripete al referendario di Cremona quanto precedentemente gli scrisse: vuole che nuovamente intenda dai dazieri le ragioni addotte per il mancato pagamento. Se poi, a lui parr che siano tenuti al pagamento, li induca a farlo.

Referendario nostro Cremone.
Te scripsimo questi d proximi pasati ad instantia de quelli datiari da Soncino, li quali dicono non essere atenuti n obligati al pagamento de quelli denari, dovesti ben et diligentemente intendere loro rasone et, como in esse littere si contiene, de novo te scrivemo et volemo che indilate vedi et intendi dicte loro rasone; et parendo a ti che siano obligati ala exborsatione deli dicti denari, senza demora provedi che pagano et che puy non te n'habiamo a scrivere. Data Mediolani, die xvi aprilis MCCCCLII.