Registro n. 11 precedente | 1343 di 1770 | successivo

1343. Francesco Sforza al vicario del podestą di Milano 1453 febbraio 1 Milano

Francesco Sforza decide che, stante lo stato di guerra e i pericoli delle strade, sospende, ad evitarne la decadenza, l'istanza di sequestro emanata dal vicario del podestą di Milano al Segno del Leone presso i consoli, comune e uomini di Gorgonzola su richiesta di Gabriele da Rho che accampa crediti affittuari da Bartolomeo da Venzone, detto Bustichino.

[ 280r] Dux Mediolani, et cetera, legiptimus moti respectis, maxime attenta viarum discrimine propter presentes guerras, instantiam sequestri facti de mandato domini vicarii potestatis huius nostri Mediolani ad Signum Leonis penes consules, commune et homines Gorgonzola, ad petitionem Gabrielis de Raude, civis nostri Mediolani, pretextu bonorum Bartolomei de Vanzono, dicti Bustuchini, asserti ipsius Gabrielis debitoris occaxione ficti, a die hodierna usque ad dictum locum tute accedi possit, suspendimus per presentes et in suspenso tenere volumus et iubemus, ne propter dictas gueras instantia dicti sequestri labi veniat. Data Mediolani, primo februarii 1453.