Registro n. 11 precedente | 1356 di 1770 | successivo

1356. Francesco Sforza al capitano della Martesana 1453 aprile 19 Milano

Francesco Sforza comunica al capitano della Martesana di aver ricevuto una richiesta del comune di Dolzago, della pieve di Oggiono, contro Simone Bonacina e fratelli, che dovranno (se gli risulterÓ che vi sono tenuti secondo i decreti in materia) essere costretti dal capitano a contribuire nella citata localitÓ, oltre che per gli arbitrati, cui fanno riferimento i Dolzaghesi nella loro supplica.

Capitaneo nostro Martesane.
Querelanter nobis expositum est contra Simonem dela Bonacina et fratres, sicuti ex dispositione introcluse peticionis clare intelliges, per comune loci Dolzaghi, plebis Uglone, quare cum bona suo cum onere transire debeant, mandamus tibi et volumus quatenus, sumpta de expositis debita informatione, provideas omnino quod dicti dela Bonacina contribuant oneribus occurrentibus in dicto loco iuxta dispositionem arbitramentorum, de quibus in supplicatione exprimitur, si ea executionem promereri dignoveris ac secundum formam decretorum superinde, ita quod iusta nemini obinde prestetur causa querele. Data Mediolani, xviiii aprilis MCCCCLIII.