Registro n. 11 precedente | 1389 di 1770 | successivo

1389. Francesco Sforza a Matteo Attendoli detto Bolognino 1453 aprile 21 Milano

Francesco Sforza invita Matteo Attendoli detto Bolognino, castellano di Pavia e conte di Sant'Angelo, a incontrarsi con il vescovo di Pavia e il suo vicario e di convincerli a restituire la collana di perle rivendicata dal milanese Antonio della Croce. Lo informi se trovasse una qualche resistenza da parte dei due a tale restituzione.

[ 288v] Bolognino de Attendolis, castellano Papie et comitti Sancti Angelli.
Per casone de una colana de perle de Antonio dela Croce, citadino Milanese, quale ha preso de s misser Antonio Picheto, vicario del reverendo monsignore lo vescovo de Pavia, havimo scrito de novo al prefato monsignore si voglia operare et servare sfato modo che Antonio predicto rehabia la dicta sua colana, como debito, e crediamo debia sortire effecto. Pur quando non ti facesse, volemo se retrovi con li prefati monsignore e vicario e vedi con ogni bono, honesto et expediente modo de indurli ad restituire libere la dicta colana ad esso Antonio, la qual cossa, quando non si voglia fare, avisane indilate per tue lettere. Data Mediolani, xxi aprilis 1453.