Registro n. 11 precedente | 1474 di 1770 | successivo

1474. Francesco Sforza al vicario del podestą di Tortona 1453 maggio 2 Milano

Francesco Sforza ordina al vicario del podestą di Tortona che, avuto presente quanto viene narrato nella supplica di Bonino de Taratiis di Pontecurone, padre e legittimo amministratore delle figlie Maria Franceschina e Giovannina, oltre che considerate le guerre esistenti in quelle parti, ammetta le affermazioni e le deposizioni dell'accennato testimone allegandole alle lettere del vaccaro di Bosco come se fossero state prodotte nel termine di dodici giorni onde evitare che il ricorrente abbia a rimetterci dei suoi diritti.

Domino vicario potestatis nostro Terdone.
Porrigi nobis fecit Boninus de Taratiis de Pontecurono, pater et legiptimus administrator Marie Francischine et Iohannine, filiarum suarum, supplicationem, presentibus alligatam, et attentis in ea recitatis, maxime guerris vigentibus illis in partibus, mandamus vobis et volumus quatenus, si narrata vera sunt, admitatis dicta et attestationes memorati in supplicatione testis producendi cum ipsis litteris vacarii Boschi, proinde ac si dicto in termino dierum duodecim producte extitissent, ne supplicans suis in hoc iuribus spoliatus remaneat, sicuti honestum et iustum videtur. Data Mediolani, ut supra.