Registro n. 11 precedente | 1599 di 1770 | successivo

1599. Francesco Sforza al podestÓ di Invorio 1453 maggio 12 Milano

Francesco Sforza, letto attentamente quanto vien detto nella supplica dell'armigero ducale Cristoforo Visconti e ad evitare che, causa la sua assenza per servizi ducali, il ricorrente abbia a rimetterci dei suoi diritti, ordina al podestÓ di Invorio di rendere spedita giustizia con rito sommario, tenendo valido quanto precedentemente si Ŕ fatto in tale giudizio.

[ 327v] Potestati nostro Invorii.
Supplicavit nobis Christoforus Vicecomes, armiger noster dilectus, sicuti ex inclusa supplicatio(ne) clare intelliges, quare, attentis in ea narratis, et ne supplicans ob absentiam nostris in servitiis suam iure careat et debito suo, mandamus tibi et volumus quatenus causa pro qua agitur procedas et iusticiam partibus ministres summarie et sine figura iudicii, decernentes, pro minore partium incommodo et expensa, actita et actita quecunque hincretro in causa valere et tenere ac effectum sortiri debere, dummodo alias legitime facta sint. Data Mediolani, xii maii MCCCCLIII.