Registro n. 11 precedente | 1639 di 1770 | successivo

1639. Francesco Sforza a Francesco de Censano 1453 maggio 15 Milano

Francesco Sforza, siccome deve adoperare nei suoi servizi il nobile familiare ducale Francesco de Censano, dispone, fino al suo ritorno a Milano, la sospensione della causa in atto davanti a Luigino Bossi e a Melchione Marliani in cui sono coinvolti detto Francesco e la moglie contro Giovanni de Caponibus e la moglie. Delibera, tuttavia, che, per accelerare i tempi di chiusura della causa e nonostante la sospensione, i testimoni che giÓ giurarono, possano nel frattempo deporre le loro attestazioni.

Dux Mediolani, et cetera, habentes etiam impresentiarum in nostris operari servitiis nobilem familiarem nostrum dilectum Franciscum de Censano, propterea instantiam cause et questionis vertentis coram spectabile milite domino Aluysino Bossio et nobile Melchione de Marliano, amicis nostris dilectissimis, inter eundem Franciscum et eius consortem parte una, ac Iohannem de Caponibus et coniugem, parte altera, a die odierna usque ad redditum pretacti Francisci ad hanc urbem nostram Mediolani inclusive, suspendimus tenore presentium et in suspenso teneri volumus et iubemus, decernentes tamen, ut causa citius finem suscipiat, quod testes qui in causa iuraverunt, possint eorum dicta et attestationes in causa deponere interum, dicta suspensione in hac parte non attenta dumtaxat. In quorum testimonium, et cetera. Data Mediolani, ut supra.