Registro n. 11 precedente | 240 di 1770 | successivo

240. Francesco Sforza al referendario di Parma 145(2) luglio 14 presso Trignano

Francesco Sforza ordina al referendario di Parma che, esaminata la lamentela fatta dal permense Leonardo Gozo, daziario dell'entrata delle porte cittadine, se gli pare che nei suoi riguardi si sia agito ingiustamente, faccia tutto revocare.

Referendario nostro Parme.
Considerata la querela n'ha fata Leonardo Gozo, citadino de Parma e datiaro del datio del'intrata dele porte de essa citÓ, per la introclusa petitione e parendone mancho che honesto gli debia essere innovato e iux Ŕ facto contra el consueto, siamo contenti che esse(n)do vere le cose narrate non procede ad ulteriora per la dicta casone contra d'esso supplicante, ma ogni novitÓ (a) fata contra de luy fatela eo casu libere revocare. Ex felicibus nostris castris apud Trignanum, die xiiii iulii MCCCCL(secundo).


(a) In A novitate con te finale depennato.